Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Mille firme in provincia per lo status di insularità

ORISTANO. Si è svolto ieri in diversi centri dell’Oristanese il Referendum Day organizzato oggi in tutta la Sardegna per la raccolta delle sottoscrizioni in favore della consultazione per il...

ORISTANO. Si è svolto ieri in diversi centri dell’Oristanese il Referendum Day organizzato oggi in tutta la Sardegna per la raccolta delle sottoscrizioni in favore della consultazione per il riconoscimento dello status di insularità. In provincia sono state raccolte oltre mille delle tremila firme finora depositate in tutta la Sardegna, più di un quarto di quelle necessarie per la consultazione referendaria. «L’obiettivo - spiega in una nota il consigliere regionale dei Riformatori, Attilio Dedoni, tra i promotori dell’iniziativa - sono le centomila firme che renderanno palese l’unità dei sardi per l’ottenimento di un obiettivo storico».

Dedoni chiarisce meglio l’obiettivo a cui puntano i promotori del referendum: «Da un parte, non cedere di un millimetro sulla determinazione ad ampliare l’Autonomia sarda, in un momento in cui la Specialità è messa in discussione in campo nazionale. La Sardegna, in quanto isola, fa storia a sé per tutto ciò che ha comportato e comportano la nostra cultura, la nostra storia millenaria e le nostre tradizioni. Dall’altra, porre fine alle elemosine di Stato e alle politiche dell’assistenzialismo che hanno fatto danni enormi sui nostri territori, e ottenere i nostri diritti sacrosanti».

Del Comitato scientifico fanno parte personalità del mondo della scienza e della società civile come lo scienziato Gianluigi Gessa e l’ex Presidente della Regione, Federico Palomba.

Ieri la raccolta di firme c’è stata a Oristano, Laconi, Terralba, Cabras, Santa Giusta, Ghilarza, Abbasanta, Norbello, Pau, Morgongiori, Baradili, Busachi, Mogoro, Milis, Senis, Samugheo, Villanova Truschedu, Masullas, Zeddiani.