Alzheimer, il centro forse riaprirà

GHILARZA. La diffidenza degli utenti della sanità del territorio nasce dalla percezione che hanno della qualità e della consistenza dei servizi erogati e in questo momento alcuni segnali vanno nella...

GHILARZA. La diffidenza degli utenti della sanità del territorio nasce dalla percezione che hanno della qualità e della consistenza dei servizi erogati e in questo momento alcuni segnali vanno nella direzione opposta rispetto a quanto prospettato dalla legge di riordino. Un esempio lampante è dato dalla sospensione delle attività ambulatoriali erogate al reparto di Medicina. Endocrinologia, cardiologia, reumatologia e Unità di valutazione Alzheimer sono chiusi per le carenze d’organico del reparto.

I più penalizzati sono i pazienti affetti da demenza senile, che hanno nell’Uva una valida struttura di riferimento. L’unico servizio di questa natura presente in tutto il Centro Sardegna, nel quale vengono assistite duemila persone.

Sulla sua riapertura in tempi
brevi si è speso il direttore generale dell’ Assl Mariano Meloni e ieri Antonio Solinas ha preso l’impegno di premere per la riattivazione: «È un punto di riferimento regionale e lavoreremo non solo perché venga riaperto – ha assicurato Solinas –, ma perché sia potenziato». (mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community