Droga e soldi falsi, l'organigramma della banda

Comunicazioni codice tra gli arrestati nell'operazione dei carabinieri

ORISTANO. Parlavano di formaggio, capretti, cagnolini, latte e panade, ma in realtà si riferivano alla droga. Erano questi i nomi in codice con i quali la droga veniva indicata dalle persone arrestate dai carabinieri della Compagnia di Oristano martedì scorso, nell’ambito dell’Operazione Melograno, la complessa inchiesta sullo spaccio di stupefacenti e smercio di banconote false. Undici provvedimenti cautelari tra Oristano e provincia, Ottana, e San Giuseppe Vesuviano, ai quali si aggiungono 5 denunce a piede libero. Sette le persone finite in carcere, tre ai domiciliari, una in stato di arresto (ai domiciliari) perché colta in flagranza di reato: aveva 22 fialette di shaboo, la metanfetamina sintetica sequestrata a Masullas. Ieri la droga è stata inviata al Ris di Cagliari per le verifiche. Nei prossimi giorni si svolgeranno gli interrogatori di garanzia per gli arrestati, mentre per la persona

fermata in flagranza di reato con la droga shaboo potrebbe essere disposta la direttissima.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro