l’epidemia 

Lingua blu, casi segnalati anche a Siamanna e S. Giusta

ORISTANO. Ancora due aziende sotto sequestro cautelativo per casi di lingua blu. I nuovi episodi di contagio sono stati registrati in due allevamenti ovini a Siamanna e a Santa Giusta. Le ordinanze...

ORISTANO. Ancora due aziende sotto sequestro cautelativo per casi di lingua blu. I nuovi episodi di contagio sono stati registrati in due allevamenti ovini a Siamanna e a Santa Giusta. Le ordinanze di sequestro sono state emesse dai rispettivi sindaci.

Le dimensioni della diffusione del virus stanno diventando sempre più preoccupanti.

Il Comitato allevatori della provincia di Oristano ha organizzato per sabato una conferenza «durante la quale - spiegano in una nota Antonio Nonne e Fortunato Ladu - si discuterà la drammatica situazione della diffusione della lingua blu, che in questi giorni sta decimando le greggi».

Appuntamento sabato 18 alle 18,30 nella sala conferenze del Comune di San Nicolò Arcidano. Anche Arcidano è stato colpito dal contagio. Nei giorni scorsi il sindaco Cera era stato costretto ad emettere delle ordinanze di sequestro e ad avviare le procedure di sicurezza. «Il virus rischia di estendersi ad altri allevamenti - aveva detto il sindaco Cera -. È necessario e non più derogabile intensificare il servizio di disinfestazione, normalmente effettuato dalla Provincia nelle zone focolai di zanzare ma visto la stato di emergenza, sarebbe auspicabile una capillare azione estesa a tutto il territorio».

Casi segnalati anche a Oristano, uno nella zona
di San Quirico e l’altro nella zona di Tanca Busachi. Il sindaco Lutzu aveva segnalato i casi al servizio veterinario e adottato tutte le misure di contenimento previste dalla legge. Ma ormai il virus sembra dilagare. GLi allevatori cercheranno di fare il punto nell’assemblea di sabato.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro