URAS 

Quei contributi in Svizzera Oggi il ricordo della tragedia

URAS. La polemica interna alla Uil cade proprio nei giorni del quarto anniversario del ciclone Cleopatra, che il 18 novembre 2013 si abbatté sull’isola, provocando 18 morti e lasciando indietro...

URAS. La polemica interna alla Uil cade proprio nei giorni del quarto anniversario del ciclone Cleopatra, che il 18 novembre 2013 si abbatté sull’isola, provocando 18 morti e lasciando indietro distruzione e macerie. Accanto alla tragedia, una mobilitazione unanime: aiuti, raccolte di fondi ovunque. La Uil non fu da meno, venne avviata una sottoscrizione che permise la raccolta di 76mila euro sul conto “Uil Sardegna-Emergenza 2013”, attivato presso il Banco di Sardegna. Ora, quei fondi, secondo quanto evidenaiato da un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Sassari, fatta partire da un esposto presentato dai vertici dell’Istituto di credito, sono stati trasferiti alla Cim Banque di Ginevra. Con bonifici partiti dallo sportello del Banco di Sardegna di Villanova Monteleone (e in parte da Putifigari), per un ammontare complessivo di 300mila euro. La vicenda è già costata il licenziamento dell’impiegato del Banco, marito della tesoriera della Uil regionale Angela Lobrano, mentre la stessa Francesca Ticca a suo tempo aveva rassegnato le dimissioni. L’inchiesta è in corso, Ticca ha sempre sottolineato la sua totale estraneità, e il fatto di essere parte lesa, visto che anche il suo conto personale venne svuotato.

E mentre quella vicenda diventa ancora una volta di attualità, oggi, a quattro anni esatti dalla tragedia, a Uras, comune nel quale si registrò la prima vittima dell’alluvione, Vannina Figus di 64 anni, l’associazione Volontari
di protezione civile Monte Arci, allestiranno dalle 9 alle 13 un punto informativo nel quadro della campagna nazionale “Io non rischio”. In piazza Santa Maria Maddalena, saranno installati pannelli illustrativi e distribuito materiale informativo sulla prevenzione del rischio alluvione.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community