nasce l’organismo di composizione 

Oppressi dai debiti? Dagli avvocati può arrivare un aiuto

ORISTANO. La crisi non è ancora un lontano ricordo, nonostante le avvisaglie di miglioramenti. E crisi vuol dire esporsi al rischio di sovraindebitamento, brutta parola che immediatamente fa scattare...

ORISTANO. La crisi non è ancora un lontano ricordo, nonostante le avvisaglie di miglioramenti. E crisi vuol dire esporsi al rischio di sovraindebitamento, brutta parola che immediatamente fa scattare il collegamento con tanti storie che hanno visto protagonista chi si è ritrovato sul baratro. Ora però anche Oristano, prima in Sardegna, si mette al passo coi tempi e fa nascere attraverso l’Ordine forense il suo “Organismo di composizione da crisi da sovraindebitamento”. In Italia esiste dal 2012 una legge per trovare delle soluzioni per le situazioni di sovraindebitamento dei soggetti non fallibili. In questa ampia categoria rientrano piccole e medie imprese, liberi professionisti, lavoratori autonomi, imprenditori commerciali e agricoli, ma anche famiglie.

Sebbene la legge sia in vigore da cinque anni, molti non ne conoscono l’esistenza ed è in questo spazio normativo che si inserisce l’iniziativa dell’Ordine forense oristanese avviata dopo che l’Associazione nazionale forense, organismo dell’avvocatura, ha vinto un bando alla Cassa forense e fatto la proposta per l’istituzione di un organismo di composizione delle crisi da sovra indebitamento che sia riconosciuto dal Ministero della Giustizia.

«La tutela dei diritti dei cittadini, in particolare di quelli che si trovano in difficoltà, è parte del dna della nostra categoria», spiega l’avvocato Donatella Pau, presidentessa dell’Ordine e così è nato l’Organismo del quale fanno parte, per ora, sei avvocati con grande esperienza in materia. Sono Enrico Damele, Milena Figus, Daniela Muru, Antonio Pinna Spada, Marco Sechi e Maria Dina Tore che hanno messo a disposizione dell’Ordine e dei cittadini la loro professionalità. L'Organismo è già operativo e la modulistica è reperibile sul sito www. ordineavvocatioristano.it alla voce “Sovraindebitamento”. Il compito dell’organismo è quello di valutare procedure adeguate attraverso le quali chi ha problemi di sovraindevitamento possa presentare domanda per avviare procedure alternative a pignoramenti e comunque alle procedure esecutive con cui vengono ripagati i creditori. Naturalmente la
parola ultima rimane al giudice, ad ogni modo lo strumento è quanto mai utile anche per i creditori e non solo per i debitori. Nel frattempo gli avvocati oristanesi sono tornati sui banchi per studiare a fondo la materia attraverso un corso organizzato dall’Associazione nazionale forense.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro