Due feriti durante la caccia al cinghiale

Un 58enne di Oristano e un 28enne di Macomer sono stati raggiunti alle gambe da pallettoni di rimbalzo

BONARCADO. Un’altra domenica di paura. Un’altra domenica in cui la caccia rischia di trasformarsi in tragedia. Una settimana fa era rimasto gravemente ferito un uomo di Monastir, stavolta il bollettino di un’ordinaria giornata di attività venatoria vede raddoppiato il numero degli incidenti. Sono due stavolta i cacciatori feriti, entrambi accidentalmente da un colpo di rimbalzo, durante le rispettive battuta di caccia al cinghiale. Il primo si è verificato a metà mattinata nella zona di Crachedu, nel territorio comunale di Bonarcado, non molto distante dal confine con quello di Santu Lussurgiu, dove era accaduto l’incidente dell’ultima domenica di novembre.

A essere colpito di striscio a una gamba dal piombo di rimbalzo, è stato C.S. 58 anni di Oristano, in forza a una compagnia di caccia grossa bonarcadese che opera abitualmente nella zona dell’incidente. A causarlo, come pare ormai certo, è stata la fatalità spesso il nemico peggiore dei cacciatori, soprattutto durante le battute di caccia al cinghiale. Ad essere colpito dal piombo di rimbalzo, quando il colpo non va a segno, infatti è quasi sempre uno dei cacciatori disposti nelle poste a fianco a chi fallisce il bersaglio.

Così è accaduto anche ieri, quando il pallettone ha centrato una roccia e quindi il cacciatore che è stato soccorso dal personale a bordo dell’elicottero Drago 58 dei vigili del fuoco. Dopo le prime cure prestate sul luogo dell’incidente, il cacciatore è stato trasportato all’ospedale San Martino di Oristano, mentre i carabinieri della stazione di Bonarcado hanno proceduto a effettuare gli accertamenti per stabilire la dinamica dell’incidente.

Il secondo incidente, invece, si è verificato nel primissimo pomeriggio intorno alle 13 nelle campagne di Bidonì, dove stava effettuando una battuta di caccia al cinghiale una compagnia di Sorradile. A rimanere ferito, in questo caso, è stato V. A. un 28enne di Bidonì che resiede ora a Macomer. A ferirlo, anche in questo caso, è stato un colpo di rimbalzo che gli ha colpito la gamba destra. Dopo le prime cure è stato trasportato all’ospedale di Nuoro a bordo dell’elisoccorso del 118, decollato dall’aeroporto di Alghero. Le sue condizioni non sono serie. Anche in questo caso è toccato ai carabinieri, quelli della stazione di Sorradile, effettuare gli accertamenti. Tra le verifiche indispensabili
c’è quella che riguarda il rispetto o meno delle norme sulla sicurezza, prescrizioni a cui i cacciatori devono attenersi per limitare i rischi, per quanto l’imprevisto sia sempre in agguato. In ogni caso, tre incidenti nell’arco di due domeniche, cominciano a destare preoccupazione.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro