Con Binu una tre giorni di enologia

Oristano, da oggi a domenica la sesta edizione del concorso tra vino e buon cibo

ORISTANO. C’è un appuntamento gustoso per chi si trovasse a trascorrere il fine settimana dell’Immacolata a Oristano, ed è all’insegna dei vini e non solo, visto che la sesta edizione del concorso enologico nazionale Binu, che mette insieme le Camere di commercio di Oristano e Nuoro in veste promotrici (ma contribuiscono anche le altre due Camere di Sassari e Cagliari), offre divagazioni anche nell’agroalimentare e nelle sue eccellenze. E se di eccellenze si deve parlare, si può iniziare dalla location: il monastero del Carmine dove Binu si apre, oggi alle 16, con una tavola rotonda sulle strategie della comunicazione nel mondo del vino. Poi il momento clou, con la premiazione dei vincitori individuati dalla giuria che ha scelto tra i 172 vini iscritti, in rappresentanza di 62 aziende, anche della penisola. Dalla selezione ne sono rimasti 64: 30 rossi, 21 bianchi, sei spumanti, quattro vini da dessert e tre rosati. Dalle 19 un loro assaggio, dopo un aperitivo curato dallo chef Salvatore Camedda (del Ristorante SOMU, primo classificato all'edizione provinciale 2017 della rassegna “Le Isole del Gusto”).

Binu offre una tre giorni di delizie per il palato e per la testa, nel senso che gli eventi spaziano dalle degustazioni libere e quelle guidate, con la necessità di iscrizione per le seconde, immancabili assaggi, cooking show, cene e laboratori. Tutto sarà incentrato sul vino Protagonisti assoluti saranno i vini, e non solo quelli che hanno partecipato al concorso. Ci si potrà infatti avvicinare anche a quattro prodotti rappresentativi dei territori delle attuali quattro Camere di commercio, ossia la Vernaccia per Oristano (domenica, giornata conclusiva, sarà dedicato un doppio appuntamento di degustazione, al mattino e alla sera), il Vermentino per Sassari, il Carignano per Cagliari e il Cannonau per Nuoro. Il calendario delle degustazioni e le modalità di iscrizione per quelle guidate sono disponibili sul sito internet dedicato www.cuoredellasardegna.it/

Altro momento forte della manifestazione, domani: dietro prenotazione, si potranno visitare le cantine dell'Azienda vinicola Attilio Contini di Cabras, della Cantina sociale della Vernaccia di Oristano a Donigala e Quartomoro di Sardegna di Arborea, e domenica quella dell'Azienda agricola Famiglia Orro a Tramatza.

Vino e non solo, quindi: sabato ci sarà la premiazione e presentazione degli oli
vincitori della Shelf life del Premio Montiferru, con una degustazione guidata, e, a seguire, cooking show e ricette tradizionali a base di pane a cura della Pro loco di Villaurbana.

Si chiude in bellezza, domenica: dalle 19, aperitivo a base di castagne, zippole e vernaccia.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro