Non era sua la droga, giovane assolto

Senis, Andrea Carta era stato arrestato per la detenzione di 1 chilo e 300 grammi di cannabis

SENIS. Assolto da tutte le accuse: la cannabis, un chilo e trecento grammi, recuperata dai carabinieri qualche settimana fa, non è in alcun modo ascrivibile ad Andrea Carta, 40 anni. L’uomo è stato assolto ieri dal tribunale di Oristano (giudice monocratico Maurizio Lubrano) che ha accolto integralmente le motivazioni esposte dal difensore, l’avvocato Robert Carta.

Per l’imputato il pubblico ministero aveva sollecitato la condanna a un anno e 2 mesi e una multa di 9mila euro. L’uomo era stato arrestato nel corso di un’operazione che aveva condotto ad un altro arresto, ed al recupero di marijuana per complessivi un chilo e ottocento grammi. I carabinieri della stazione con quelli della Compagnia di Mogoro avevano prima arrestato Natalino Fadda, agricoltore di 46 anni. Stava dormendo in una stanza dell’azienda in cui lavora assieme ad altre sei persone. Sotto il letto c’era però un secchio con 250 grammi di marijuana. Ma anche in questo caso, la vicenda non ha superato il vaglio processuale: il tribunale (giudice Marson) aveva accolto le tesi del suo legale, avvocato Gianfranco Siuni, che aveva sostenuto che Fadda non fosse presente in quell’ovile più di 4 o cinque volte al mese, e lo aveva completamente assolto a fronte di una richiesta di condanna di 4 anni.

Ad Andrea Carta veniva contestata la detenzione ai fini di spaccio di molta più droga, appunto un
chilo e trecento grammi di cannabis. Ma l’avvocato difensore ha dimostrato che quella droga, trovata in un campo in cui l’imputato teneva alcuni cani, non potesse con sicurezza essere attribuibile a lui. La conseguenza è stata l’assoluzione di Andrea Carta per non aver commesso il fatto.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro