Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Un giovane sardo nella finale dell'Oscar green

L'agricoltore Andrea Deidda di Villanova Truschedu produce olio e sapone di lentisco e vende in mezza Europa

VILLANOVA TRUSCHEDU. Per un soffio Andrea Deidda, giovane agricoltore di Villanova Truschedu non ha vinto il concorso nazionale Oscar green, riservato ai giovani agricoltori innovatori. Dopo la vittoria del concorso regionale dove ha proposto l'olio e il sapone di lentisco che vende in mezza Europa a centri di benessere e negozi specializzati, è stata l'unica azienda sarda tra i 18 finalisti nazionali delle sei categorie del premio di Coldiretti Giovani; è arrivato sino alla finale a tre della categoria "Impresa2.terra" (rivolta a progetti che valorizzano nuovi percorsi tecnologici e di comunicazione, coniugando tradizione e innovazione).

Nella sua azienda nel piccolo centro dell'Oristanese ha saputo riprendere in chiave moderna la lavorazione del lentisco, trasformandolo in prodotto per agricosmesi. L'arbusto sempreverde largamente diffuso nella nostra isola, in passato veniva utilizzata per produrre olio oppure per lampade o ancora nella medicina popolare per curare la pelle, le punture di insetto, dolori muscolari, cicatrizzare le ferite, impacchi dei deodorare i piedi. Deidda ha saputo in questo caso abbinare la tradizione alla innovazione riuscendo anche a sfruttare al meglio le proprietà del lentisco. L'olio non lo produce più secondo i metodi tradizionali tramite bollitura ma lo fa con spremitura a freddo mantenendo inalterate tutte le sue innumerevoli proprietà.

Ha studiato da autodidatta la pianta, scoprendone le mille virtù e utilizzi: dalle bacche alle foglie, passando per il legno e la resina. Convinto di poter diversificare le produzioni della sua azienda col lentisco, ha avviato la collaborazione con l'università di Cagliari, e nel 2014 ha cominciato a raccogliere e spremere a freddo le bacche dal quale produce olio e sapone.

«Un successo continuo - spiega Deidda -. Ho cominciato a girare per tutta la Sardegna ma anche per il resto del continente e promosso i miei prodotti anche all'estero. Sto riscontrando tantissimi giudizi positivi». «Come condimento l'olio il sapore del cibo - dice -. Inoltre è un ottimo antisettico, antinfiammatorio, astringente, cicatrizzante, idratante e nutriente, e il suo profumo balsamico rilassa e apre la mente».