santu lussurgiu 

Venti candeline per Cantigos

La manifestazione richiama appassionati da tutta l’isola

SANTU LUSSURGIU. Domani, con inizio alle 15, torna “Cantigos in Carrela”, manifestazione giunta quest’anno alla sua ventunesima edizione. L’attesa manifestazione, che si conferma come uno degli eventi culturali più interessanti del carnevale lussurgese e sardo, ormai radicata nel cuore degli appassionati delle tradizioni popolari e del folclore isolano, richiama nel piccolo centro del Montiferru migliaia di persone. L’evento, come di consueto sarà preceduto dall’ottava edizione di “Populos et Cuncordos in programma oggi, alle 18.30, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, dove l’Associazione Aidos, organizzatrice, in collaborazione con l’amministrazione Comunale e altre associazioni locali, di Cantigos in Carrela, dopo l’introduzione del giornalista Tore Patatu, ospiterà il gruppo francese “Lo cor del la Plans”, la confraternita “Oratorio Santa Croce” di Castelsardo e i cori lussurgesi “Cuncordu Aidos e Cuncordu Lussurzesu”. Domani, invece, gli ospiti saranno il Coro Gabriel di Tempio, il Coro Renato Loria di Muros, il Coro di Florinas, il Tenore Santa Maria di Ottana e i gruppi locali: Su Cuncordu Lussurzesu, Cuncordu Aidos, il Gruppo etnofolck Sonos de Monterra, l’Associazione di cultura e Tradizioni Popolari Ammentos Lussurzesos. La manifestazione è nata da un’idea dei cori di Florinas, Muros,
Tempio Pausania e Pozzomaggiore. Gli artisti si esibiranno nelle zone più belle e suggestive del centro storico lussurgese, seguendo un percorso sonoro di grande impatto, consistente nell’abbattimento del palco come elemento divisorio tra lo spettatore e gli artisti. (pi.maro.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community