Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Atleti dell’Asd Rugby nell’Under 18 sarda

Due ragazzi di Cabras convocati nella rappresentativa per il triangolare con Lazio e Campania

ORISTANO. Gli occhi del mondo rugbistico saranno tutti puntati sull'inizio del Sei Nazioni, il torneo più antico e prestigioso del mondo, ma ieri anche i giovani rugbisti della rappresentativa sarda “under 18” hanno avuto il loro momento di gloria, come una piccola nazionale. Fra i convocati per il triangolare con Lazio e Campania, il mister Juan Sebastian Francesio ha selezionato anche due giovani ragazzi di Cabras, Giacomo Mascia e Salvatore Lepori. Tutt'e due giocano nell’Asd Rugby Oristano, squadra fondata otto anni fa e che dedica molta attenzione ai settori giovanili.

Giacomo, studente al terzo anno del Liceo Scientifico, è stato il primo ad avvicinarsi al mondo della palla ovale: «Ho scoperto il rugby alle medie – racconta – grazie ai nostri allenatori che lo presentarono a scuola. A primo impatto non mi è piaciuto, ma da quando ho provato me ne sono innamorato».

Salvatore, che studia all'Istituto Agrario, è arrivato qualche tempo dopo proprio su stimolo del suo amico e compaesano: «La cosa che mi piace di più è il gioco pesante e duro, ma che non diventa mai violento» spiega. Come precisa Giacomo infatti tutto si fonda sul rispetto «tra gli avversari, nei confronti dell'arbitro e fra tifosi. Noi abbiamo il Terzo Tempo: a fine partita le due squadre si ritrovano insieme per mangiare e bere qualcosa in amicizia».

Jean Louis Manca, allenatore degli “under 18” è molto contento della convocazione dei suoi due giovani giocatori: «È il frutto del nostro impegno, Giacomo è con noi da quando abbiamo iniziato, 6 anni fa, mentre Tore è arrivato l'anno dopo. Siamo molto orgogliosi di questo risultato».

L'ASD Rugby Oristano conta più di 100 tesserati e milita nei campionati under 10-12, under 14 maschile e femminile e under 16 femminile. In più i ragazzi tra i 14 e i 18 anni giocano nei campionati regionali in squadra con i coetanei di Olbia; la società poi è presente in tre scuole elementari, tre scuole medie e, alle superiori, nell'Istituto Agrario e nel Liceo Scientifico a indirizzo sportivo.

Attualmente gli allenamenti si svolgono al campetto del Seminario e all'Istituto Agrario, mentre le partite casalinghe si giocano a Villanova Truschedu. Nel futuro della società c'è il campo di Torangius: «Siamo in attesa che il comune di Oristano ci dia la possibilità di utilizzarlo – spiega Manca – e quando saremo lì avremo bisogno di sponsorizzazioni per realizzare il manto erboso, l'impianto di irrigazione e la clubhouse».

Fra gli obiettivi per la prossima stagione «c'è quello di aumentare i tesserati, per completare le squadre in tutte le categorie e creare una società satellite a Villanova Truschedu, che possa portare la palla ovale in tutti i paesi limitrofi».

Davide Pinna