Vertenza Team 3R entro un mese pagati gli arretrati

Narbolia, decisivo l’incontro in Prefettura col sindaco A giorni sarà corrisposto lo stipendio di gennaio

NARBOLIA. Neppure l’atteso Consiglio Comunale andato in scena mercoledì sera, la cui convocazione era stata più volte invocato dalla minoranza, è servito a risolvere la questione relativa al debito fuori bilancio che il Comune ha nei confronti della ditta Team 3R appaltatrice, in deroga, del servizio raccolta dei rifiuti solidi urbani. I tre punti riguardanti l’argomento (debito fuori bilancio per i mesi di ottobre, novembre, dicembre e i contributi dovuti a Previambiente) non sono stati accolti perché, stando a quanto previsto dall’articolo 194 del Testo unico enti locali, l’amministrazione si trova in esercizio provvisorio e quelle somme non rientrerebbero tra gli interventi di “somma urgenza”. Quindi, nonostante i tentativi della minoranza di far cambiare opinione alla sindaca Maria Giovanna Pisanu, la questione è rimasta in sospeso. Allo scioglimento della riunione, tra lo sconcerto dei tre dipendenti ancora in attesa degli stipendi arretrati e della 13esima, qualcuno dal pubblico ha urlato “vergognatevi” all’indirizzo della maggioranza. Ma il fatto nuovo, che riporta un po’ di serenità tra i tre operai, è arrivato ieri mattina dopo l’incontro avvenuto in prefettura, richiesto dalla Cgil funzione pubblica di Oristano, al quale hanno partecipato la sindaca Pisanu, l’assessore Zou, il segretario comunale Alfano, il sindacalista Piero Medde e i dipendenti della Team 3R. Incontro che Gian Luca Firinu, uno dei tre operai dell’impresa, ha definito positivo. «Il Prefetto – ha detto Firinu, parlando anche a nome dei suoi colleghi – ha fatto tutto quello che era nelle sue possibilità per risolvere la vertenza. Adesso il problema passa nelle mani dell’amministrazione. La sindaca ha promesso che entro il 10 marzo prossimo si risolverà tutto. Noi ce lo auguriamo». Intanto nei prossimi giorni dovrebbe essere pagato lo stipendio di gennaio. L’impresa, attraverso il suo amministratore, ha ribadito a chiare lettere che per poter pagare gli stipendi ai tre operai deve prima ricevere i soldi dal Comune. Lucia Dessi, ex consigliera di maggioranza passata all’opposizione, a margine della riunione del Consiglio di mercoledì sera, ha detto: «L’ordinazione irregolare di spese non deliberate nei modi di legge e prive altresì di impegno contabile costituisce una violazione di elementari doveri istituzionali e di servizio, connotata da colpa di rilevante gravità. Ne consegue che qualora il creditore insoddisfatto, faccia richiesta di danni per spese aggiuntive, le stesse devono assolutamente fare carico esclusivamente
all’ordinatore della spesa o a chi avendone le competenze ha omesso agli obblighi di servizio. Vigilerò perché, neanche un centesimo in più possa far carico al bilancio del Comune o meglio dei narboliesi che pagano il servizio con copertura totale dei costi già abbastanza gravosi».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro