Magomadas, assolto un dirigente comunale

MAGOMADAS. È tutto molto rapido. Il processo dura poche udienze, per pronunciare la sentenza i giudici si prendono poco tempo. E la sentenza è di assoluzione per il responsabile dell’Ufficio Tecnico...

MAGOMADAS. È tutto molto rapido. Il processo dura poche udienze, per pronunciare la sentenza i giudici si prendono poco tempo. E la sentenza è di assoluzione per il responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale, Salvatore Vinicio Vinci. Il funzionario era finito sotto processo per omissione d’atti d’ufficio, reato per il quale il pubblico ministero Andrea Chelo aveva chiesto la condanna a mille euro di multa. A generare il processo era stata una richiesta di accesso agli atti alla quale il responsabile dell’ufficio non diede risposta. Secondo l’accusa, il dirigente è tenuto obbligatoriamente a fornire una risposta sia essa anche negativa. L’importante insomma è che ci sia. Ma il parere dell’accusa non ha coinciso con quello dell’avvocato Silvana Congiu e con quello dei giudici che hanno invece accolto la tesi difensiva e quindi assolto l’imputato. Tutto era nato dalla richiesta di un cittadino che voleva visionare documentazione legata ad alcune pratiche edilizie per
dei lavori svolti nella casa dell’ex sindaco Antonio Pala nella località di Santa Maria del Mare. Alla richiesta non seguì una risposta, ma, nonostante vari pareri della Corte di Cassaione, non sempre il funzionario è tenuto a fornirla. È così che è arrivata l’assoluzione. (e.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro