BAULADU 

Allevatori ovini a lezione per migliorare le competenze

BAULADU. Si chiama “Ruminantia” l’attività rivolta agli allevatori della pecora di razza sarda che apre oggi, inizio alle 11, nel Centro Servizi San Lorenzo è in programma il primo dei sette...

BAULADU. Si chiama “Ruminantia” l’attività rivolta agli allevatori della pecora di razza sarda che apre oggi, inizio alle 11, nel Centro Servizi San Lorenzo è in programma il primo dei sette seminari previsti. In ognuno di essi gli esperti del settore (professori universitari, veterinari, specialisti nel campo della nutrizione degli animali e tecnici) esamineranno tre argomenti che riassumono in sintesi il quadro di gestione di un allevamento, comprendente quello veterinario, nutrizionale e della foraggiatura. Questa mattina, nell’incontro patrocinato dall’Ara, l’Agronoma Patrizia Carta parlerà della composizione degli alimenti. I seminari si propongono come momenti di divulgazione e condivisione delle metodologie poste in essere negli allevamenti, al fine di stabilire un confronto con le diverse realtà ed esperienze. L’obiettivo è quello di conoscere per capire quali sono i punti di forza che possono concorrere a migliorare le tecniche di allevamento. Ed è in quesll’ottica che Ruminantia propone gli incontri sulle diverse tematiche connesse al comparto, che si svolgeranno da qui fino al primo luglio, quando, a conclusione di tutti i seminari, gli allevatori che lo vorranno avranno l’occasione di visitare un’importante azienda agricola che opera nel sassarese. Infine, un aspetto che vale la pena rimarcare, l’associazione degli allevatori di Bauladu, oltre che intervenire sul campo in maniera pratica con l’invito all’innovazione in agricoltura, si propone di svolgere un’importante opera di informazione e formazione volta a stimolare un cambiamento in senso culturale del territorio, al fine di far capire ai titolari di aziende i concetti fondamentali attraverso la cui applicazione consegue un aumento qualitativo della produzione, quindi un miglioramento del reddito. Ruminantia infatti, si propone di creare un circuito di valenza culturale nel settore dell’agroalimentare, fatto di eventi, corsi di formazione e convegni, che abbiano come unico argomento il miglioramento della gestione delle aziende del settore primario. Per questo si divide in tre segmenti: corsi di formazione
per imprenditori agricoli professionali; eventi finalizzati alla divulgazione di questioni tematiche inerenti all’attualità in agricoltura; iniziative tese a valorizzare i prodotti e a creare microcircuiti di promozione delle filiere e delle linee di produzione. (pi.maro.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro