Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Bosa, sulla 129 soddisfazione di Cherchi

BOSA. Sugli impegni dell’Anas e dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici per le opere da realizzare nella statale 129 bis tra Macomer e Bosa interviene con una nota, il consigliere regionale del...

BOSA. Sugli impegni dell’Anas e dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici per le opere da realizzare nella statale 129 bis tra Macomer e Bosa interviene con una nota, il consigliere regionale del Partito dei Sardi, Augusto Cherchi.

Il consigliere regionale esprime soddisfazione e annuncia complessivamente interventi per dieci milioni di euro sul vetusto nastro d’asfalto, considerato che ai fondi necessari per sistemare il tratto fra Sindia e Suni si aggiungono i fondi da dedicare alla Circonvallazione e quelli per la ripavimentazione all’interno dell’abitato di Sindia, ormai degradato ed al limite della sopportazione.

«Non ricordo, a mia memoria, una interlocuzione diretta dei rappresentanti del territorio con i vertici regionali Anas e dei Lavori pubblici regionali sulla viabilità territoriale, né un impegno così forte e di risorse finanziarie così importante» sottolinea Cherchi, che ha partecipato giovedì mattina all’incontro, il secondo in poche settimane, in programma a Suni, insieme al collega Gianfranco Congiu ed ai sindaci di Suni, Tinnura, Tresnuraghes, Sindia, Montresta e Modolo.

Incontro durante il quale «il responsabile regionale dell’Anas, Valter Bortolan, si è impegnato a terminare la fase progettuale e autorizzativa entro il 2018 e l’accantieramento entro il 2019» spiega Cherchi.

Un intervento che, compreso quello all’ingresso della circonvallazione di Sindia da Macomer, prevede la realizzazione di 4 rotonde, l’aumento della carreggiata stradale dagli attuali 6 a 9,50 metri, la pavimentazione stradale dell’abitato di Sindia e la messa in sicurezza di alcuni tratti stradali: come la doppia curva del ponte prime della zona industriale di Suni e dell’attraversamento ferroviario tra Sindia e Suni.

Sulla Circonvallazione di Sindia «la provincia di Nuoro ha finalmente nominato il responsabile del procedimento, per un importo finanziato con 2,7 milioni di euro dall’assessorato ai Lavori Pubblici, delegati alla Provincia di Nuoro - ricorda l’esponente del Partito dei Sardi -. Finalmente si potrà terminare la fase di progettazione (ferma al progetto definitivo) e mandare a gara un’opera che tutto il territorio sta aspettando da anni»

«Ora conclude Cherchi - bisogna lavorare per la viabilità verso nord, indirezione Alghero e Montresta, e verso sud, indirezione Oristano».