Sa Die diventa una lezione di storia

Bauladu, verranno ripercorse le storie dei grandi personaggi della Sardegna

BAULADU. Scoprire la storia della Sardegna attraverso l’odonomastica comunale, cioè la conoscenza dei personaggi o dei fatti ai quali vengono intitolate strade, monumenti e piazze di città e paesi, questo l’intento dell’amministrazione comunale che ha scelto Sa die de da sa Sardigna per promuovere il primo di una serie di appuntamenti mirati a far conoscere i protagonisti di alcune significative vicende storiche svoltesi nell’Isola.

Si inizia, oggi, alle 18 nel parco giochi comunale, con Prete Francesco Muroni, un patriota sardo protagonista dei moti rivoluzionari del 1794-1796, la cui figura sarà presentata da Italo Ortu, già sindaco di Bauladu e dirigente del Partito Sardo d’Azione.

L’odonomastica bilingue, interamente dedicata a personaggi e vicende storiche sarde, è una delle peculiarità di Bauladu. Infatti molte vie del paese raccontano la storia di un intero popolo: da Mariano IV d’Arborea a Prete Muroni, dai Martiri della miniera di Buggerru allo scrittore Sebastiano Satta; una storia importante della quale è necessario prendere maggiore coscienza, anche per spiegare e provare a generare ricchezza nel territorio.

L’incontro si concluderà con la consegna del libro “Memoriale sulla Sardegna” di un’altra delle figure cardine della storia isolana, quella di Giovanni Maria Angioy, il cui testo è edito da Condaghes. A consegnare il volume agli amministratori bauladesi sarà l’editore di Condaghes Francesco Gheratzu.

«L’amministrazione
comunale di Bauladu – dice il sindaco Davide Corriga – crede fortemente che non vi possa essere crescita senza conoscenza, per questo motivo sceglie di investire in cultura affinché le nuove generazioni possano rispettare e curare con amore le proprie radici». (pi.maro)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro