Consorzio di Bonifica, tutti a difesa di Abis

Coldiretti, Confagricoltura e Pd stanno col commissario: «Attacchi politici, gestione impeccabile»

ORISTANO. Tutti contro Attilio Dedoni. È un coro unanime quello che ieri si è levato in favore del commissario del Consorzio di Bonifica, Andrea Abis. L’attacco sferrato dal consigliere regionale dei Riformatori Sardi per ora ha trovato ben pochi sostenitori, anzi a protezione dell’area del commissario si è formata immediatamente una barriera. Se lo schermo offerto dai consiglieri regionali del Pd, Mario Tendas e Antonio Solinas, poteva essere prevedibile, certamente risulta meno usuale la presa di posizione delle associazioni di categoria.

Se qualcuno avesse dei dubbi e faticasse a capire da che parte della barricata stanno, se li è potuti fugare immediatamente grazie agli interventi della federazione provinciale della Coldiretti e del presidente uscente di Confagricoltura, Roberto Serra. A nessuno di questi le parole di Attilio Dedoni sono piaciute e tutti le ricollegano – era inevitabile – alla campagna elettorale ormai iniziata in vista dell’elezione del sindaco di Cabras, incarico a cui ambiscono lo stesso Andrea Abis e Antonello Manca, fedelissimo di Attilio Dedoni all’interno dei Riformatori Sardi e a sua volta candidato alla conquista del Municipio.

«Dispiace che in un momento così delicato per il proseguo dell’azione di risanamento di un ente così strategico per l’intero nostro territorio non ci sia un atteggiamento di reale e concreta collaborazione da parte di tutti soggetti istituzionali – afferma Roberto Serra –. Si tratta infatti della sopravvivenza di migliaia di aziende agricole che non può essere messa a repentaglio, soprattutto dopo che Confagricoltura Oristano ha per anni denunciato il rischio default del Consorzio e che per anni ha atteso l’iniziativa che finalmente è stata intrapresa».

Dopo il primo, ecco il secondo documento, di Coldiretti fortemente preoccupata che la mancata approvazione da parte della Regione del piano di risanamento «possa di inficiare il buon lavoro fatto in questi anni per risanare un Consorzio agonizzante e fondamentale per le aziende agricole del territorio». Come dire che il lavoro del commissario Andrea Abis è stato
eccellente. Tutti poi, a partire dai due consiglieri del Pd, sgombrano il campo dalle accuse di scarsa trasparenza nei conti. A chiedere le assemblee per illustrare il bilancio erano state proprio le associazioni di categoria, motivo per cui le spese erano state regolarmente rendicontate.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller