«Sterilizzate i randagi, i soldi ci sono»

Bosa, l’appello delle associazioni animaliste all’amministrazione comunale

BOSA. Il bando regionale è stato finalmente pubblicato e la presidente dell’associazione Speranzampetta di Bosa Piera Addis invita le amministrazioni del territorio, in particolare quelle di Bosa e Tresnuraghes, ad attivarsi perché la sterilizzazione delle cagnette diventi una realtà anche in Planargia.

Per gli enti locali questa è possibile attuarla con fondi regionali ad hoc. «Come da richiesta del sindaco di Bosa in consiglio comunale, abbiamo fatto presente all’amministrazione dell'avvenuta pubblicazione del bando. Il Comune può arginare il grave problema del randagismo», dicono da Speranzampetta. I soci della Onlus sono poi intervenuti qualche settimana fa, su sollecitazione di un cittadino, per salvare nelle campagne di Tresnuraghes, verso Foghe, una cucciolata di meticci. Alcuni animali sono già stati dati in affidamento, altri due cani però non hanno ancora trovato sistemazione.

«Il sindaco si era impegnato a contribuire alle spese di vaccinazione e cure per quei cani, ma i fondi non sono stati ancora stanziati», sottolinea Piera Addis. L’associazione Speranzampetta ha ottenuto il massimo, cinquemila euro, su fondi stanziati dalla finanziaria regionale 2017 sulle sterilizzazioni. Grazie ai quattrini in cassa Speranzampetta può operare nella sterilizzazione gratuita per i cani di proprietà di privati cittadini, ma solo se l’isee del richiedente non supera i 20mila euro annui. «Sollecitiamo quindi coloro che ci hanno fatto richiesta perché presentino quanto prima
la documentazione necessaria entro fine maggio: oltre al modello isee anche carta d'identita e documento attestante il microchip del proprio cane. Altrimenti saremo costretti a dare precedenza alle richieste di altre persone interessate», conclude Piera Addis.(al.fa.)



TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro