Tresnuraghes ricorda il suo poeta

Tre giorni di eventi dedicati alla figura e all’opera di Pitanu Morette

TRESNURAGHES. Da oggi sino al tre giugno Tresnuraghes, con un intenso programma di eventi culturali, musicali e artistici, ricorda i 150 anni dalla nascita di Pitanu Morette. Una delle voci della poesia estemporanea in lingua sarda più illustri del primo novecento sardo. Ad organizzare gli appuntamenti, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, il Museo Casa Deriu, che si avvale della collaborazione di una serie di partner istituzionali e privati, e di associazioni del paese. Pitanu Morette era nato a Tresnuraghes il 3 giugno 1868. Prima formazione poetica e culturale nel seminario di Bosa, dove apprese le basi dell’erudizione classica, alle nozioni scolastiche unì l’innata capacità di composizione e improvvisazione nelle gare dai palchi di tutta l’isola, diventando uno fra i più arguti, pungenti e completi poeti di inizio novecento. La fama di Moretti si consolidò negli anni 20 quando battezzò “sa moda”, metro con cui affrontò molteplici temi: dall’amore alla politica, alla satira alla dignità dei lavoratori. Il tema dei diritti degli operai fu al centro di molti suoi componimenti nel periodo dell’esilio, nelle miniere del Sulcis, dove fu confinato a causa degli screzi con l’allora sindaco Ferdinando Zedda Athene. Questi alcuni tratti della vita e dell’impegno sociale di Pitanu Morette. Rimasto nel cuore dei suoi concittadini, che lo ricorderanno nei prossimi giorni. Il cartellone di appuntamenti si apre oggi nella terrazza panoramica del Museo Casa Deriu dalle 19, con il concerto letterario Prendas de Pitanu, con la partecipazione della solista Clara Farina accompagnata da Claudio Gabriel Sanna alla chitarra, Paolo Zuddas alle percussioni, Nicola Casu alla tromba e Eugenio Lugliè al flauto. Il 2 giugno spazio all’approfondimento con “Pitanu Morette: il poeta, l’uomo, il contestatore” nel centro Mastinu-Marras dalle 9.30. Dalle 21 in piazza Giovanni XXIII, spazio a musica e poesia con lo spettacolo
“Rimas e sonos pro tiu Pitanu.” Parteciperanno Ambra Pintore, Diego Milia, cori e gruppo folk, il poeta Gigi Piu. Sotto la guida del poeta Giuseppe Porcu canteranno le proprie ottave Bruno Agus, Nigola Farina, Dionigi Bitti, Salvatore Scanu, Diego Porcu, Salvatore Senes. (al.fa.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro