dipendente non pagato 

La denuncia arrivò in ritardo assoluzione per il re dei night

ORISTANO. Le regole della procedura penale spesso fanno vincere i processi. È quello che è accaduto ai due imputati Antonino Solinas e Luigi Piras che rischiavano una condanna a un anno e tre mesi...

ORISTANO. Le regole della procedura penale spesso fanno vincere i processi. È quello che è accaduto ai due imputati Antonino Solinas e Luigi Piras che rischiavano una condanna a un anno e tre mesi per non aver adempiuto agli obblighi che il tribunale aveva imposto loro dopo una causa di lavoro intentata da un ex dipendente della discoteca Gaudì. Dovevano 22mila e 500 euro e per sottrarsi al pagamento avrebbero organizzato la vendita di una serie di beni della società Gaudì gestita da Antonino Solinas alla società Joy amministrata da Luigi Piras, ma di fatto controllata dal primo.

L’ex dipendente presentò denuncia cercando così di ottenere ciò che gli era stato negato. Varie testimonianze sembravano confermare la tesi del pubblico ministero che aveva sollecitato
la doppia condanna, ma l’avvocato difensore Francesco Campanelli ha riscontrato un ritardo nell’effettuare la denuncia che andava presentata entro novanta giorni dall’accertamento dei fatti. Ne erano invece trascorsi di più e così il giudice ha assolto i due imputati. (e.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro