Bosa guarda ancora al bando Iscol@

Finora utilizzati fondi per un milione e mezzo di euro: ora le richieste fino al 2020

BOSA. Malgrado le risorse utilizzate grazie ai finanziamenti del progetto Iscol@ nei diversi plessi c’è ancora da lavorare per migliorare la logistica e dare nuove opportunità didattiche agli studenti, ed è per questo motivo che il Comune ripresenterà la domanda per i nuovi fondi.

Questo quanto emerge dai dati presi in considerazione dalla giunta comunale nei giorni scorsi. L’esecutivo ha inoltre dato via libera alla presentazione delle istanze di finanziamento per il triennio 2018-2020 sui due assi previsti da Iscol@. In totale tra il 2014 ed il 2017 Bosa ha impegnato finanziamenti regionali del progetto Iscol@ per complessivi un milione e mezzo di euro. Utilizzando 630mila euro nel 2014, di cui 150mila per la media 1, 204.700 euro per il plesso Nurchi e 245.000 per quello Scherer. Nel 2015 invece la spesa è stata di complessivi 320mila euro, di cui 120mila per la media 1 e 100mila euro a testa per i plessi delle elementari Nurchi e Scherer. Nel 2017 sono state impegnate complessivamente risorse per 550mila euro: 240mila destinati alla media 1, 170mila al Nurchi e 140mila euro allo Scherer.

Si guarda quindi ora alle risorse del progetto Iscol@ della Regione per il triennio che va dall’anno in corso al 2020.

La delibera non riporta nello specifico obiettivi e somme necessarie, ma esprime la volontà di aderire al Piano triennale di edilizia scolastica varato dalla Regione, approvando la ricognizione svolta negli edifici e dando mandato al responsabile del servizio di
adottare tutti i provvedimenti necessari alle richieste dei finanziamenti.

Il Comune poi si impegna al cofinanziamento, in rapporto alle somme eventualmente concesse nell’ambito dei due assi del progetto Iscol@ nel prossimo triennio, nella misura del 20 per cento.(al.fa.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller