GHILARZA 

Sanità, l’agonia dell’ospedale Delogu: incontro con la Regione

l 29 luglio di un anno fa è stata presentata la prima proposta di riforma della rete ospedaliera regionale. A poco più di un anno da quella data, il 9 agosto, si cercherà di capirne gli effetti sull’o...

l 29 luglio di un anno fa è stata presentata la prima proposta di riforma della rete ospedaliera regionale. A poco più di un anno da quella data, il 9 agosto, si cercherà di capirne gli effetti sull’ospedale Delogu di Ghilarza e quindi sull’intero territorio. L’occasione sarà data da un incontro promosso da Serafino Corrias, ex assessore Provinciale e ex consigliere comunale di Ghilarza, che ha invitato i consiglieri regionali eletti nella circoscrizione di Oristano a partecipare per fare il punto della situazione. Antonio Solinas. Augusto Cherchi, Mario Tendas, Attilio Dedoni, Alfonso Marras e Domenico Gallus sono chiamati a esporre lo stato dell’arte di una riforma che, almeno a giudizio di Corrias, sembra al momento una scatola vuota. Se infatti nella prima proposta il depotenziamento del Delogu era nelle cose, fino a una inesorabile chiusura nell’arco di due anni, gli emendamenti licenziati dal Consiglio regionale hanno introdotto una serie di novità importanti. Miglioramenti sostanziali in grado di ridare al Delogu un ruolo di centralità nella risposta ai bisogni sanitari del territorio. «I tempi per la attuazione, almeno in parte, della Rete Ospedaliera erano previsti, assicuravano, al massimo dal gennaio 2018. Cosa è cambiato? Nulla. Anzi le cose sono ancora peggiorate e il Delogu muore con una lenta agonia», sottolinea Corrias.Tra le altre cose, gli emendamenti prevedevano, ricorda Corrias, «un reparto di 20 posti letto di Medicina generale, una Chirurgia dove si opererà giornalmente per effettuare interventi in Day Surgery o in Week Surgery, tutti i servizi attuali e costituito il Centro di emergenza territoriale attivo 24 ore su 24».
Ma a distanza di un anno, non solo non è cambiato nulla, ma l’annunciato assetto dell’ospedale post riforma è, sottolinea Corrias, «una scatola ormai “vuota” che aspetta da tempo di essere riempita». Ai consiglieri regionali il compito di spiegare lo stato dell’attuazione della riforma.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro