Ostaggio delle zanzare, appello alla Provincia

Santa Giusta, un abitante chiede conto all’ente della mancata disinfestazione. Il Comune interviene

SANTA GIUSTA. Letteralmente “ostaggio” delle zanzare: tante, troppe, infestanti. E all’orizzonte, nessuna opera di disinfestazione da parte dell’ente che dovrebbe curarla, ossia l’amministrazione provinciale. Mauro Massimo Altea ha 59 anni e praticamente da sempre combatte una sua personalissima battaglia contro le zanzare: soffre di una forma di allergia che lo costringe a ingerire quantità impressionanti di antistaminici, e già diverse volte, dall’inizio dell’estate, è dovuto correre al pronto soccorso per via dello shock anafilattico da punture di zanzare. Ha scritto alla Provincia, dopo aver provato a contattare l’ente chiedendo notizie sulla disinfestazione. «Ho telefonato, mi hanno risposto senza però darmi notizie apprezzabili su tempi e modi della disinfestazione. Alla fine ho deciso di scrivere», sottolinea. E infatti ha inviato una lettera nella quale rimarca di non aver visto, «nel comune di Santa Giusta, alcuna opera di disinfestazione, e in altre località della provincia sono state eseguite con notevole ritardo rispetto a quando andrebbe fatta. Chiedo a voi, devo morire per l’incuria degli uffici preposti o devo distruggermi a furia di antistaminici , al punto da non poter e dover più uscire di casa?».

Insomma, una situazione grave. Di fronte a un problema che evidentemente è generale, e al quale la Provincia rimedia come può, c’è da dire che il Comune di Santa Giusta, come altri in precedenza, ha deciso di porre rimedio autonomamente. «La giunta ha deciso in via straordinaria di effettuare due interventi di disinfestazione di tutto il centro abitato comprese le periferie, le borgate di Corte Baccas e Cirras, la spiaggia di Abarossa è l'agglomerato della Capitaneria e
Consorzio industriale», ha annunciato ieri sera il sindaco Antonello Figus. C’è voluta una variazione di bilancio, ma la situazione, evidentemente, è davvero problematica.Il primo intervento già domattina, «più di così non potevamo fare», ha detto Figus. Ma è già qualcosa.(si.se.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro