La morte del medico sub, tre comunità in lutto

A Samugheo oggi il funerale di Giovanni Deligia. Commozione anche a Sorgono, suo paese d’origine

SAMUGHEO. Una tragedia, tre comunità in lutto. Samugheo, Sorgono e Tiana, paesi d'adozione e d'origine di Giovanni Deligia, si stringono attorno alla famiglia, che oggi dovrà dire addio al giovane. I funerali del medico trentenne morto mercoledì durante una battuta di pesca in Costa Paradiso saranno celebrati alle 16,30 nella parrocchia di San Sebastiano. La salma sarà poi tumulata a Sorgono. La messa sarà officiata dal parroco don Alessandro Floris con il probabile supporto di padre Ruben Patricio Kuncewicz, che guida la comunità del centro barbaricino. Nelle parole della guida spirituale di Samugheo, il turbamento e l'emozione che la fine drammatica e inaspettata di Giovanni hanno suscitato tra la gente. Ieri don Alessandro ha scambiato alcune parole con Francesco, uno dei fratelli dello sfortunato giovane. «In queste circostanze non c'è conforto che possa sgravare di un peso simile, solo l' intelligenza e la fede potranno aiutare la famiglia, non a superare, ma ad alleviare questa sofferenza». Il pensiero corre ai genitori, Salvatore e Maria Erminia. «In questi anni ho avuto modo di stringere un forte legame con il padre di Giovanni, che in qualità di medico collabora per la casa di riposo – ha raccontato il sacerdote –. Parlava con orgoglio dei figli, che con lo studio e la laurea avevano ripagato lui e la moglie di tanti sacrifici. Purtroppo uno di loro è stato strappato alla vita troppo presto e su questo aprirò una riflessione durante l'omelia. Vorrei lanciare un messaggio soprattutto ai giovani, perché capiscano quanto è importante utilizzare bene il dono della vita». «È una tragedia che ha lasciato sgomenti tutti – ha
commentato il sindaco Antonello Demelas –. Il padre e la madre sono persone stimatissime e Giovanni era molto conosciuto in paese, dove ha mantenuto le amicizie. Quando scompare una persona nel fiore degli anni, che si prepara alla vita con tanti progetti, ti lascia molto amaro dentro».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro