Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Più acqua per le aziende agricole con i servizi pubblici di prelievo

GENONI. Maggiore disponibilità di acqua per le aziende agricole. È questo, da anni, l’obiettivo dell’Amministrazione comunale che per rispondere alla principale necessità di chi opera nel mondo...

GENONI. Maggiore disponibilità di acqua per le aziende agricole. È questo, da anni, l’obiettivo dell’Amministrazione comunale che per rispondere alla principale necessità di chi opera nel mondo agricolo, ha provveduto alla realizzazione di diversi punti di approvvigionamento. Sono in via di ultimazione i lavori per la realizzazione del nuovo punto di attingimento idrico in località is Crabaxiusu che presto sarà operativo a tutti gli effetti. Tra cisterne interrate e fuori terra c'è una disponibilità di 36mila litri di acqua, sufficienti per gli operatori presenti in quell'area del territorio comunale. L’acqua, bene fondamentale per le imprese zootecniche, rappresenta un costo rilevante per le casse comunali, tant’è che l’amministrazione in questi ultimi mesi ha proceduto all'eliminazione degli abbeveratoi ancora alimentati dalla rete Abbanoa.

«Il Comune di Genoni - fa sapere il sindaco Roberto Soddu - paga bollette per oltre 1500 euro all'anno, una spesa che non ci si può più permettere». Oltre a is Crabaxius vi sono altri punti di attingimento dislocati in diverse aree del territorio comunale, quali Molinu, Putzu Iri, Strintu Mannu, Funtana Radunda e Zinnigas.

«Possiamo affermare - prosegue Roberto Soddu - che la disponibilità d'acqua per le attività agricole dei genonesi certamente non manca». A tal proposito altra importante novità di questi giorni è che Argea ha approvato e pubblicato la graduatoria unica regionale con la quale Genoni risulta beneficiario di un finanziamento di 350mila euro per la costruzione ex novo del bacino idrico di raccolta in località Molinu.

Ivana Fulghesu