Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Genoni guarda all’ambiente e lavora per il risparmio energetico

GENONI. Comportamenti virtuosi per risparmiare e mantenere l’ambiente più sano e vivibile. Non è solo un obiettivo futuro, ma è un impegno costante per il comune del Sarcidano. Sul fronte della...

GENONI. Comportamenti virtuosi per risparmiare e mantenere l’ambiente più sano e vivibile. Non è solo un obiettivo futuro, ma è un impegno costante per il comune del Sarcidano.

Sul fronte della tutela ambientale, infatti, l’amministrazione comunale in questi anni si è spesa con ogni mezzo, attraverso campagne di sensibilizzazione, attraverso ordinanze, sanzioni e persino con l’installazione di telecamere per reprimere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti per strada. Gli sforzi sono stati premiati e hanno portato risultati tangibili per i cittadini come un risparmio sulle tasse per i rifiuti urbani e inoltre, grazie a una percentuale di raccolta differenziata dell’ 84,07% il paese si colloca al vertice della classifica dei comuni più virtuosi in Sardegna.

Per quanto riguarda il risparmio energetico ci sono importanti novità. L’amministrazione comunale da tempo ha aderito al Patto dei Sindaci, il progetto della comunità europea con la cui sottoscrizione ci si impegna a concorrere, attraverso l’adozione di buone pratiche, alla tutela dell’ambiente.

«Questo studio, il cui quadro ci è stato consegnato nei giorni scorsi – dice il primo cittadino Roberto Soddu –, rappresenta una guida da seguire e mettere in atto con comportamenti virtuosi finalizzati alla riduzione degli sprechi energetici, alla riduzione dell’inquinamento da fonte illuminotecnica e alla contestuale ricerca del risparmio della spesa sulle utenze elettriche comunali. Il migliore utilizzo degli impianti fotovoltaici realizzati negli scorsi anni– spiega amcora il sindaco – e una graduale sostituzione dei corpi illuminanti nei punti luce dell’illuminazione pubblica con altri a tecnologia Led, che sarà avviata a partire dal prossimo anno, porteranno al raggiungimento di questo fondamentale obiettivo».