Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Ladro di biciclette in un giardino bloccato e arrestato dalla Polizia

ORISTANO. Aveva appena rubato il mezzo che oltre al bottino gli avrebbe dovuto garantire la fuga, ma il ladro in azione la notte scorsa a Torregrande non è stato sufficientemente veloce. Aveva scelto...

ORISTANO. Aveva appena rubato il mezzo che oltre al bottino gli avrebbe dovuto garantire la fuga, ma il ladro in azione la notte scorsa a Torregrande non è stato sufficientemente veloce. Aveva scelto di appropriarsi di una bicicletta che i proprietari avevano lasciato nel giardino della loro casa. Deve avergli fatto talmente gola che non ha resistito alla tentazione di mettere a segno il furto, è probabile però che la sua azione non sia stata troppo silenziosa e infatti ha destato le attenzioni della padrona di casa che immediatamente ha dato l’allarme e si è messa sulle sue tracce.

A bloccare Maurizio Pinna, 31 anni tra pochi giorni, nato a Zerfaliu e residente a Oristano, sono stai però gli agenti della Squadra Volanti della Questura. Il ladro, vistosi quasi raggiunto, in via Stella Maris ha abbandonato la bicicletta e ha provato a nascondersi, ma è stato un tentativo vano. Finito per una notte ai domiciliari, ieri mattina è stato processato per direttissima di fronte al giudice Francesco Mameli. L’accordo tra il pubblico ministero Sara Ghiani e l’avvocato difensore Mario Gusi porterà quasi certamente ad evitargli una condanna: nell’udienza prossima richiederà di scontare la condanna con l’istituto della messa alla prova. Per il momento ha l’obbligo di firma: per due volte al giorno dovrà presentarsi in Questura, nel caso in cui non lo faccia saranno guai seri. (e.c.)