Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

S’Archittu tra pioggia, divieti ed eventi

Cuglieri, la località ha comunque offerto molte iniziative apprezzate dai turisti

CUGLIERI. La stagione turistica 2018, soprattutto la frazione riguardante il mese di agosto che si sta concludendo, verrà ricordata come quella più piovosa e imprevedibile degli ultimi anni. A S’Archittu, la splendida borgata marina che prende il nome dal suggestivo arco naturale, verrà ricordata anche come quella del divieto di consumare cibi e bevande in spiaggia e per i comportamenti poco rispettosi dell’ambiente e del luogo da parte di pochi maleducati. A S’Archittu però da diversi anni opera, con pochissimi mezzi economici a disposizione, un’attivissima “Associazione Turistica Culturale”, che prende il nome proprio dalla località, che organizza eventi di rilievo in grado di attrarre un gran numero di persone. Il calendario allestito per questa estate comprendeva una serie di manifestazioni che hanno riscosso il plauso incondizionato di turisti e residenti. Interessante come sempre “Artigiandando”, una mostra mercato dei prodotti dell’artigianato e dell’agroalimentare locale che ha portato nel lungomare decine di espositori e i loro lavori, realizzati rigorosamente con le tecniche e i metodi antichi. Le manifestazioni, iniziate nel mese di luglio, sono culminate con gli spettacolari fuochi d’artificio offerti dal Centro Commerciale Naturale che hanno richiamato migliaia di persone. Molto successo hanno riscosso la consueta zippolata, i canti della tradizione offerti dai gruppi a Cuntrattu seneghesi e gli incontri culturali svoltisi nella splendida terrazza panoramica dell’Hotel Bellavista. Due sono stati gli appuntamenti con l’archeologia, come sempre seguitissimi dagli amanti della storia locale: quella tenuta dall’archeologo Giovanni Idili, che ha parlato della Cornus Romana in una conferenza dal titolo “Il potere dell’acqua” e quella con Giuseppe Maisola, dell’Università di Sassari, dal titolo “Il lavoro dell’archeologo: una questione di metodo”. Il calendario degli appuntamenti proseguirà martedì prossimo, alle 21.30, ancora all’Hotel Bellavista, con la presentazione del portale KalydoydosKop, inserito tra le anteprime del Cabudanne de sos poetas, di prossimo svolgimento a Seneghe, al quale presenzieranno le curatrici Lea Nocera e Giulia Ansaldo e con la presentazione del libro “Alba” di Salahattin Demirtas curato da Nicola Verderame, con il quale dialogherà Mario Cubeddu. Gli eventi si concluderanno venerdì 31 agosto con un gioco dell’oca rivisitato (al posto dell’oca ci sarà un pesciolino), spettacolo per bambini previsto per le 17.30.