Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Stefano Oppo il più veloce in batteria: l'azzurro ai quarti

Stefano Oppo col capovoga Pietro Ruta ai recenti europei di Glasgow

Ai campionati del mondo di canottaggio nel "doppio pesi leggeri" l'oristanese con Pietro Ruta fa il primo tempo e passa il turno

PLOVDIV. Giusto per non correre rischi, Stefano Oppo e Pietro Ruta fanno il miglior tempo. Ai campionati del mondo di canottaggio di Plovdiv in Bulgaria, l'equipaggio azzurro del "doppio pesi leggeri" fa un risultato strabiliante all'esordio nelle batterie.

Al traguardo l'armo italiano ferma il cronometro a 6 minuti 14 secondi e 950 millesimi, lasciando alle spalle, e non di poco, tutto il resto della truppa, partendo dalla Cina arrivata seconda nella stessa batteria degli azzurri. I primi quattro posti di ciascuna batteria garantivano l'accesso diretto ai quarti di finale in programma mercoledì 12 settembre.

Le altre batterie sono state vinte dagli equipaggi del Canada, della Norvegia, della Polonia e dell'Irlanda che daranno filo da torcere agli azzurri che vanno dichiaratamente a caccia di una medaglia mondiale e non per forza di bronzo.

"Le sensazioni sono molto buone - dice Stefano Oppo al termine della gara -. Il campo di regata è molto veloce e ciò richiede molta attenzione perché in un attimo può succedere qualunque cosa. Abbiamo il miglior tempo e ovviamente siamo soddisfatti, però il lago non è molto affidabile perché arrivano folate di vento nei momenti più inaspettati. Comunque meglio di così non potevamo iniziare." E il meglio deve ancora venire.