Carabinieri, ecco Cristaldi È il nuovo comandante

Il tenente colonnello ha 44 anni, è catanese e ha un lunga esperienza alla Dia «Credo nella sicurezza partecipata e nel rapporto con il territorio e la gente»

ORISTANO. Nel territorio entra “in punta di piedi”, ammette candidamente di “non esser stato mai a Oristano”, avendo comunque una frequentazione – da turista, l’ultima volta quattro anni fa, specifica – della Sardegna. Il tenente colonnello Domenico Cristaldi, siciliano di Catania e 44 anni da compiere in territorio sardo (compleanno fra qualche giorno), è arrivato al timone del Comando provinciale dei carabinieri di Oristano al posto del colonnello Luciano Paganuzzi, destinato alla guida del Comando provinciale di Pordenone.

«Devo ancora avere il tempo di capire bene il territorio», spiegava ieri ai giornalisti per una prima presa di contatto.

Ufficiale di solida esperienza, un curriculum di spessore: inizio al comando della Scuola allievi della Cernaia a Torino, poi Nucleo operativo radiomobile a Palmi (Reggio Calabria), comando delle Compagnie di Mistretta, Barcellona Pozzo di Gotto, Bergamo. Nel 2011, alla sezione operativa della Direzione investigativa antimafia di Messina, quindi al Centro operativo della Dia a Catania, e poi a Modena, al Comando provinciale dei Carabinieri come comandante del Reparto operativo. È stato uno degli investigatori determinanti nell’inchiesta “Aemilia”, la più grande sulle infiltrazioni delle mafie al Nord, tra Reggio Emilia e Modena.

Un’esperienza professionale importante. Questa stessa esperienza, l’ufficiale è pronto a condividerla sulla linea tracciata dal suo predecessore. È sul concetto di sicurezza partecipata che Cristaldi si è voluto soffermare. «Lo Stato fa squadra, non solo con la collaborazione tra le sue forze dell’ordine, ma anche con il territorio e la popolazione. Il carabiniere è un operatore sociale, un principio che a volte non viene veicolato nel modo corretto ma è importante. Siamo dei ricettori di criticità, ma appunto per questo il nostro intervento
si unisce a quello del territorio di cui sposiamo la causa».

Ieri, il tenente colonnello Cristaldi ha incontrato il prefetto Giuseppe Guetta e il sindaco di Oristano Andrea Lutzu. Quest’ultimo gli ha donato una copia della Carta de Logu.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro