Febbre del Nilo, un nuovo caso ad Arborea

Un uomo di 70 anni è risultato colpito dal virus della West Nile. Le sue condizioni in miglioramento

ARBOREA. Salgono a tre i casi i West Nile diagnosticati in provincia di Oristano. Qualche giorno fa il virus della Febbre del Nilo si è manifestato in un pensionato di 70 anni di Arborea. Così come per gli altri due pazienti (un 84enne di Tramatza, ancora ricoverato al Santissima Trinitàa Sassari e un 72enne di Terralba, dimesso il 7 settembre scorso), la malattia ha fatto il suo esordio con malessere e febbre per diventare poi più aggressiva con disturbi neuroinvasivi. La temperatura dell’uomo è andata aumentando, e di conseguenza è stato ricoverato all’ospedale San Martino di Oristano. Sottoposto a una tac prima e all’esame del liquor dopo, la conferma del fatto che si trattasse di West Nile è arrivata dalle analisi sul fluido cerebrospinale compiute dal policlinico di Monserrato, centro di riferimento regionale per i test di laboratorio sulla malattia. e unico riscontro diagnostico per accertare la presenza della malattia.

Ieri, le condizioni dell’uomo hanno fatto segnare un deciso miglioramento. La temperatura è notevolmente diminuita, e le condizioni generali sono apparse meno gravi. Il paziente è comunque ancora ricoverato nel reparto di Rianimazio e del San Martino.

Intanto, continua la battglia per la prevenzione del virus che ha raggiunto le colline, come accertato dal falco risultato contagiato trovato a Aidomaggiore, e ha varcato i confini della provincia di Oristano, estendendosi
a quella di Nuoro: due giovani di Ottana sono stati ricoverati per la West Nile. Stando al bollettino della sorveglianza sulla Febbre delNilo dell’Istituto superiore della Sanità, aggiornato al 6 settembre, dal 28 giugno in Italia si registrano 365 casi confermati di Wn e 19 decessi.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare