FINANZIAMENTI 

Terralbese, arrivano 27 milioni di euro per lo sviluppo

TERRALBA. Sviluppo del territorio delle Unioni dei Comuni del Terralbese e del Linas: c’è un importante budget messo a disposizione dalla Regione, attraverso l’assessorato alla Programmazione. Si...

TERRALBA. Sviluppo del territorio delle Unioni dei Comuni del Terralbese e del Linas: c’è un importante budget messo a disposizione dalla Regione, attraverso l’assessorato alla Programmazione. Si tratta di 27 milioni di euro che arriveranno a sostegno delle iniziative dei comuni di Terralba, Marrubiu, Uras, Arborea e San Nicolò d’Arcidano (per quanto riguarda l’Unione del Terralbese), Guspini, Villacidro, Arbus e Gonnosfanadiga (per il Linas). Le due Unoni avevano presentato il progetto di sviluppo territoriale insieme, affidandone l’elaborazione al Centro ricerche economiche nord sud). Nel budget ci sono anche i 2 milioni di euro già assegnati dalla Giunta per gli interventi sulle zone umide ricadenti nei territori. «Si tratta di risorse certe – commenta il referente del progetto per il Terralbese, nonché sindaco di Terralba, Sandro Pili –, risorse fondamentali per lo sviluppo dei paesi interessati».

«Sulla base del programma, sono previsti interventi materiali e immateriali destinati ai Comuni e bandi di finanziamento per le imprese che hanno sede nei paesi interessati», precisa il presidente dell’Unione dei comuni del Terralbese, Emanuele Cera. «Le risorse che verranno destinate alle imprese (non meno di 5 milioni di euro), così come quelle per gli interventi pubblici, ha aggiunto Cera, dovranno essere utilizzate e spese entro 3 anni. Gli interventi infrastrutturali che saranno realizzati dalle Unioni interesseranno diverse azioni condivise con la Regione, ambiente e cultura, turismo, qualità della vita, governance. Già dai prossimi giorni fanno sapere gli amministratori delle Unioni dei Comuni, ci saranno degli incontri per avviare la fase operativa relativa alla redazione delle schede progettuali e successivamente incontreremo gli imprenditori per condividere la stesura dei bandi ad essi riservati.

Grazie a questi interventi gli amministratori contano di creare sviluppo e occupazione intervenendo principalmente nelle criticità che un territorio così variegato presenta, dal mare alla montagna, attraverso le zone umide e della bonifica, con 1.062,05 Km2 di territorio su cui risiede
una popolazione di 63.770 persone. Puntare a una forma associativa per lo sviluppo è stata la carta vincente per ottenere fondi che riescano a far valorizzare potenzialità diverse e ancora non del tutto inespresse, e per creare opportunità vantaggiose soprattutto per giovani e imprese.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller