il calciatore morÌ in un incidente stradale dieci anni fa 

Un concerto dei Tazenda per ricordare il giovane Fabio Vinci

ORISTANO. Un concerto a Donigala dei Tazenda per ricordare Fabio Vinci, giovane promessa del calcio oristanese scomparso dieci anni fa a causa di un tragico incidente stradale ad appena 19 anni....

ORISTANO. Un concerto a Donigala dei Tazenda per ricordare Fabio Vinci, giovane promessa del calcio oristanese scomparso dieci anni fa a causa di un tragico incidente stradale ad appena 19 anni. Domani avrebbe festeggiato trent’anni, ma nonostante la sua breve vita, Fabio Vinci ha lasciato dietro di sé il ricordo di un ragazzo buono e serio, benvoluto da suoi coetanei e da tutti quelli che lo hanno conosciuto.

«Fin da piccolissimo Fabio ha mostrato una marcata predisposizione per il calcio – dice il padre Franco –, sport che ha iniziato a praticare attivamente da quando aveva otto anni. Ricordo che cominciava a gattonare e cercava la palla che gli avevamo regalato». Fabio era un attaccante di razza, uno che i gol li sapeva fare e li faceva fare ai compagni, e davanti alla porta avversaria difficilmente sbagliava. Ha indossato i colori della San Paolo e quelli biancorossi della Tharros, con la quale ha disputato il campionato Allievi Regionali, dove la sua intelligenza calcistica è stata notata fin da subito dai tecnici.

Ed proprio in virtù della sua bravura che il giovane calciatore di Donigala, era stato chiamato a far parte della selezione Juniores isolana e si era guadagnato la convocazione in prima squadra con la Tharros. Successivamente è passato al Solarussa in Prima categoria, poi all’Abbasanta in Promozione, quindi è rientrato in città per indossare la maglia dell’Oristanese, squadra con la quale ha vinto il campionato.

Poi quel maledetto incidente avvenuto mentre, in sella al motorino, tornava a casa insieme a un amico. L’urto frontale contro un’auto sbalzò Fabio e il suo amico sull’asfalto. Da subito si capì che la sua vita era in pericolo per cui il giovane venne portato al San Martino, dove per diversi giorni lottò in Rianimazione per vincere la sua battaglia più importante.

La giovane vita di Fabio si spense il 31 di agosto del 2008, portandosi via sogni e speranze, lasciando i suoi genitori e l’intera comunità donigalese nella disperazione. Ma la memoria di Fabio non è mai venuta
meno: il padre Franco e la madre Palmira da allora lo ricordano ogni anno con un memorial di calcio giovanile e venerdì prossimo, nel decennale della sua scomparsa, alle 21.30, lo ricorderanno con un concerto dei Tazenda in programma nello spazio del vecchio campo sportivo di Donigala.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller