Sedilo, al via gli incontri per i fondi dell’area di crisi

Svolta con l’inserimento nel tavolo per la riqualificazione dell’area di Ottana Il percorso partecipativo promosso dal Comune riguarda le attività economiche

SEDILO. La svolta nella vertenza sull'ingresso di Sedilo nell' area di crisi di Ottana è arrivata a poche settimane dalla pubblicazione del bando regionale per l'accesso ai fondi del piano d'investimento riservati alle piccole e medie imprese insediate nel territorio di riferimento. L'informazione rivolta ai portatori d'interesse avrà quindi priorità per il Comune, che si sta organizzando per favorire la partecipazione delle aziende e di tutti gli attori economici agli incontri di animazione attivati nell'area vasta dalla Camera di commercio di Nuoro.

Il percorso partecipativo, finalizzato all'analisi del fabbisogno dei territori e al loro tessuto economico e imprenditoriale per orientare gli interventi della Regione, si esaurirà con gli appuntamenti in programma questo pomeriggio e martedì prossimo a Bolotana e a Ovodda. «Trattandosi di eventi programmati da tempo, e non in ciascuno dei 24 paesi coinvolti, non sappiamo se la Camera di commercio possa prevederne uno anche in paese, ma cercheremo di coinvolgere le imprese nei seminari che ancora devono svolgersi e pubblicizzeremo il più possibile le misure che la Regione metterà in campo nell'ambito del Piano d' investimenti per l'ex complesso industriale», ha annunciato il sindaco Salvatore Pes.

Per avere una visione più chiara del percorso in cui dovrà inserirsi il Comune di Sedilo si attende la convocazione del tavolo territoriale. «Sulla base delle indicazioni che riceveremo in quella sede potremo organizzare meglio la nostra azione», ha spiegato il primo cittadino.

Sul piatto della programmazione ci sono 16.400.000 euro, due riservati alle bonifiche e gli altri quattordici destinati al rilancio del comparto dell’ex polo chimico attraverso la riqualificazione delle infrastrutture. Nello stesso pacchetto sono inclusi i quattro milioni di euro dell'avviso pubblico rivolto alle piccole e medie imprese dell'area vasta interessate ad avviare nuove attività nell'ex compendio industriale di Ottana, Bolotana e Noragugume.

«D'ora in avanti anche Sedilo potrà sedersi al tavolo della concertazione e discutere delle problematiche occupazionali, economiche e ambientali legate alla dismissione e all'attività del polo chimico», ha commentato il sindaco a conclusione di un pressing esercitato per quattro
mesi. «Per questo risultato devo ringraziare anche i prefetti di Nuoro e Oristano - ha sottolineato Pes - che hanno interloquito con il presidente della Commissione Unità per Ottana e con l'assessore regionale alla Programmazione, i quali sono stati di parola rispetto alle garanzie date».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare