abbasanta 

Protezione civile, si cercano volontari

L’associazione comunale del Guilcer ha già quindici adesioni

ABBASANTA. L'associazione comunale di protezione civile del Guilcer vuole crescere. Attualmente sono circa una quindicina i volontari che fanno parte del gruppo d'intervento presieduto da Enrico Marcangeli, ma il Comune e i coordinatori stanno lavorando per garantire la massima operatività con il minor dispendio di energie per i soci turnanti attraverso l'ingresso del maggior numero di volontari possibile. L' associazione ha il suo quartier generale ad Abbasanta ma è aperta ai cittadini di tutti i Comuni del Guilcer, ai quali una volta dentro saranno garantiti la formazione, l'addestramento, l'assicurazione contro gli infortuni e i rimborsi spese previsti. Tra i compiti di protezione civile il nucleo di volontari ha scelto quelli previsti per i settori degli incendi boschivi e per gli eventi calamitosi, che svolgerà sotto l'egida della Protezione civile regionale. Nel territorio sono due gli organismi di soccorso che si stanno costituendo: oltre quello di Abbasanta, c'è il gruppo di protezione civile di Sedilo, che invece è un organismo di emanazione comunale. Il gruppo coordinato da Stefano Salaris ha già fatto il suo debutto ufficiale nell'ultima edizione della festa di San Costantino, dove ha collaborato al servizio d'ordine e all'attività di pubblica sicurezza. Ma prima di poter entrare in azione con l'antincendio e il soccorso alle popolazioni civili
in presenza di eventi alluvionali e di altre calamità, i volontari attendono il superamento del problema delle risorse finanziarie e dei mezzi indispensabili per lo svolgimento delle attività. Intanto il 16 novembre la Protezione civile locale nominerà un nuovo segretario. (mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare