San Quirico, il termodinamico e la legna che non c'è

Le zone di approvvigionamento indicate non esistono più: sono state o bruciate o tagliate

ORISTANO. Il termodinamico a San Quirico e la legna che non c’è. L’inchiesta della procura di Cagliari, condotta dal sostituto procuratore Marco Cocco e affidata alla Guardia Forestale coordinata dal comandante Ugo Calledda, è a un passo dalla svolta e sarà il momento decisivo per capire se l’impianto della Solar Power nascerà senza problemi oppure se l’indagine giudiziaria si sovrapporrà all’iter burocratico della Regione che, a dire il vero, nell’ultima conferenza di servizi qualche paletto l’ha posto e forse, al contrario di quanto fatto in un primo momento, non ha affatto intenzione di dare un via libera incondizionato alla nascita dell’impianto.

Alle prescrizioni della Regione, si affiancheranno ben presto gli esiti dell’indagine della Forestale che qualche mese fa aveva sequestrato una serie di documenti che riguardano proprio l’iter amministrativo sin qui seguito. Tra i vari dubbi uno ritorna prepotentemente in primo piano. Se le questioni strettamente urbanistiche rimangono in un ambito più tecnico, ma non per questo per forza corretto, e se la questione dell’ampiezza del terreno appare comunque risolvibile, quel che più salta agli occhi è l’assenza della legna.
 

     Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale


 

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro