Opere pubbliche, esulta Tresnuraghes

Pubblicata la graduatoria regionale. Sperano altri sei Comuni in Planargia

TRESNURAGHES. Per il momento si può tenere conto della graduatoria provvisoria, ma in Planargia sono in molti a sperare di rientrare in quella definitiva del programma di spesa previsto dalla Regione su realizzazione, completamento, manutenzione straordinaria e messa a norma e in sicurezza di opere pubbliche e infrastrutture di interesse comunale e sovracomunale. Il finanziamento in base alla legge approvata a gennaio 2018 ammonta a 26 milioni di euro, ripartiti nel triennio 2018-2020. Forse però la somma potrebbe aumentare dopo il passaggio in finanziaria regionale, permettendo quindi a più Comuni di accedere ai finanziamenti.

In Planargia sono sette gli enti locali citati nella graduatoria regionale da 26 milioni e in quella provinciale che può contare su un finanziamento complessivo di 3milioni 919mila euro. Tresnuraghes è 51ª nella graduatoria provvisoria regionale e 29ª in quella provinciale, ha presentato un progetto per 440mila euro per il completamento della comunità alloggio, con un finanziamento di 396mila euro della Regione e 44mila dal bilancio comunale. In buona posizione anche Montresta, al 117° posto in graduatoria regionale e al 29° in quella provinciale: punta alla messa in sicurezza e ristrutturazione di un fabbricato in via Amsicora. È un progetto da 120mila euro con 107.716 a carico della Regione e 12.284 del Comune.

Altro ente locale in posizione valida è Flussio, 122° in graduatoria regionale e 31° in quella provinciale, che punta con 150mila euro, di cui 135mila regionali e 15mila da fondi propri, al completamento del Museo dell’Asfodelo. Per trovare un altro comune della Planargia bisogna scorrere fino al 150° posto della graduatoria provvisoria regionale, 39° provinciale. Qui si trova il Comune di Bosa, che punta con 325mila euro, 260mila di finanziamento regionale e 39.975 di fondi propri, agli interventi di messa in sicurezza e sistemazione del castello Malaspina. Al 182° posto c’è Sagama, 47° in provincia, con il progetto per la sopraelevazione e costruzione di una sala conferenze nell’edificio del centro di aggregazione, da costruire con 300mila euro di cui 260mila in capo alla Regione e 40mila da fondi propri.

Molto più giù Modolo, che spunta il 257° posto regionale e il 60° provinciale, con il progetto di realizzazione di un parco giochi inclusivo da 120mila euro, di 90mila di fondi regionali e 30mila comunali. Infine Suni, che in classifica generale provvisoria è al 262° posto, 65° in provincia, con il progetto per i lavori di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria della casa Museo Tiu Virgiliu, per complessivi 196.800 euro di cui 177mila
regionali e 19.680 reperiti dalle casse del Comune. I Comuni che si trovano entro l’88° posto potrebbero vedersi riconosciuto il finanziamento. La Regione però potrebbe rimpinguare lo stanziamento con altri 10 milioni. A quel punto altri comuni potrebbero quindi raggiungere l'obiettivo.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller