Viabilità provinciale: tre appalti di fine anno

L’importo complessivo supera il milione e mezzo, interessate quindici tratte Saranno eliminate le buche più pericolose: si pone riparo a situazioni gravi

ORISTANO. Il territorio è come un organismo vivente, e se le strade statali rappresentano le vene e le arterie, le strade provinciali sono come i capillari, piccoli ma importanti, che portano il sangue in ogni angolo del corpo. Lo sanno bene coloro che ogni giorno attraversano le strade che collegano i paesi della provincia, costretti spesso a fare lo slalom tra le buche e a ricostruire mentalmente una segnaletica sbiadita o cancellata dal tempo.

Ogni appalto aggiudicato diventa così una notizia. Figuriamoci se gli appalti sono addirittura tre. Il valore complessivo degli interventi arriverà a 1,6 milioni di euro.

Il primo stralcio è stato aggiudicato alla ditta Ocram Costruzioni srl di Baratili San Pietro, che ha presentato un'offerta di 527 mila euro. Le strade oggetto dell'intervento saranno numerose. C'è la provinciale 6 che dall'incrocio tra Cabras e Torregrande porta a San Giovanni di Sinis, fondamentale anche in un'ottica di sviluppo turistico, la disastrata SP 49 che da Terralba porta a Santa Giusta passando per Arborea con la sua diramazione per il porto industriale, la SP 60 che conduce da Baratili a Nuraxinieddu e che ormai era diventata impraticabile in certi tratti e la SP 15 che porta da Simaxis a alla statale 388 del Tirso e del Mandrolisai.

Anche il secondo stralcio è stato aggiudicato alla ditta di Baratili, stavolta con un'offerta di quasi 510 mila euro.

Tante anche in questo caso le strade coinvolte: nel bosano ci sono la SP 19 e la SP 49, fino al confine con la Provincia di Sassari, e nel Montiferru c'è la SP 21, che va dall'uscita per Scano Montiferro sulla 292 fino al territorio di Sagama, e la SP 78 che da Scano porta alla Macomer – San Leonardo. Coinvolto anche il bacino del Lago Omodeo, con lavori previsti sulla SP 23 tra Fordongianus e Aidomaggiore, sulla SP 30 tra il bivio per Tadasuni e Neoneli, sulla SP 71 tra Busachi e Samugheo e sulla SP 84 tra Bidonì e il Fondo Valle del Taloro.

Sono previsti interventi anche sulla SP 11 tra Riola e Nurachi, sulla SP 15 tra Simaxis e la statale 388 e sulla SP 65 a Paulilatino.

Il terzo è ultimo stralcio è stato aggiudicato al Consorzio Stabile Ventimaggio di Patti, in provincia di Messina, con un'offerta di 512 mila euro. Solo due le strade coinvolte in questo caso: la SP 33 nel tratto tra Fordongianus e il confine con la Provincia di Nuoro verso Atzara e la SP 35 nel tratto che va dalla statale
388 fino al piccolo comune di Baradili, in Marmilla. Tutti e tre gli stralci prevedono una durata massima del cantiere di 100 giorni lavorativi che partiranno dalla data di consegna dei lavori. La speranza del commissario Torrente è che al massimo in primavera le opere siano completate.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller