abbasanta 

Diritto di superficie nelle aree dei ripetitori della telefonia

ABBASANTA. Il Comune ha istituito il diritto di superficie nei siti occupati dalle stazioni radio di telefonia mobile e finora concesse in locazione ai gestori dei servizi di telecomunicazione.L'obie...

ABBASANTA. Il Comune ha istituito il diritto di superficie nei siti occupati dalle stazioni radio di telefonia mobile e finora concesse in locazione ai gestori dei servizi di telecomunicazione.

L'obiettivo è di affidare al miglior offerente la concessione delle aree per una durata di trent'anni ottenendo un ritorno economicamente più vantaggioso di quanto non sia l'attuale rendita proveniente dalle locazioni.

I contratti in essere procurano complessivamente all'ente locale entrate per 19.550 euro all'anno. L'asta dei due lotti su cui si trovano le tre stazioni potrebbe fruttare almeno 178mila euro in un' unica soluzione, l'equivalente dell'importo a base d'asta. Tutto questo nella teoria, supponendo che alla scadenza dei termini vengano presentate quelle offerte che invece non erano arrivate nella prima asta bandita dal Comune.

Se invece il nuovo tentativo andasse in porto, l’aggiudicatario subentrerà a tutti gli effetti al Comune di Abbasanta in qualità di locatore e quindi di soggetto contraente dei contratti d'affitto attualmente in essere. Alla scadenza dei trent'anni stabiliti per l'esercizio del diritto di superficie, le aree torneranno nella piena disponibilità dell'ente locale insieme ai manufatti eventualmente
costruiti nei 170 metri quadri di superficie oggetto dell'asta.

Nell'ipotesi di dismissione degli impianti utilizzati per il servizio di telefonia mobile, il concessionario sarà obbligato a rimuoverli prima di restituire le aree al titolare della proprietà. (mac)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller