Seneghe, balli non autorizzati in piazza

Il Comune non aveva rilasciato i permessi per questioni di sicurezza

SENEGHE. Se inizialmente il mancato arrivo delle autorizzazioni del Comune, necessarie per dare l’inizio a “sos ballos in sa Partza”, i balli in piazza, ha suscitato l’indignazione dei seneghesi, con il passare delle ore i ballerini, nel rispetto di una tradizione antichissima che vede coincidere la festa di San Sebastiano con l’inizio del carnevale, hanno deciso che all’imbrunire, come è sempre stato, avrebbero ballato comunque. E così è stato. Con le prime note della fisarmonica che scandiva “su printzipiu ‘e ballu”, l’inizio del ballo, le polemiche hanno lasciato il posto alla festa attesa tutto l’anno. Festa doveva essere e festa è stata, anche senza autorizzazioni.

Adesso il problema riguarda il carnevale. Ieri mattina c’è stato un incontro tra la presidente della Proloco Vincenza Pala e gli amministratori, a cui hanno partecipato anche il segretario comunale e il responsabile del settore tecnico. «Abbiamo fornito tutte le spiegazioni richieste - ha detto il sindaco Gianni Oggianu -, adesso attendiamo di sapere quali siano state le decisioni assunte dalla Proloco». Nel pomeriggio si è riunita la giunta Comunale, ma non è stato confermato se all’ordine del giorno ci fosse anche qualche punto inerente l’organizzazione del carnevale seneghese. Se qualche decisione sarà presa in merito, e se la Proloco intende o meno proseguire nell’organizzazione della manifestazione, probabilmente si saprà nella giornata odierna. I problemi sono sorti quando il responsabile dell’area tecnica ha chiesto alla Proloco, che aveva dato la propria disponibilità ad organizzare i balli in piazza, e per questo aveva presentato richiesta agli uffici comunali, di corredare la domanda con un documento suppletivo che indicasse alcuni aspetti relativi alla sicurezza.

La richiesta, stando a quando sottolineato dal sindaco Gianni Oggianu, era pertinente per rispettare la normativa che disciplina i livelli di sicurezza da rispettare nell’organizzazione dei pubblici spettacoli. La presidente
della Proloco, Vincenza Pala, vista la ristrettezza dei tempi intercorrenti la data di inizio dei balli in piazza, ha deciso di annullare tutto in attesa di capire a chi competessero le responsabilità civili e penali. a i balli, improvvisati, si sono tenuti lo stesso.(pi.maro)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller