salute 

Laboratori analisi ospedalieri: la Assl ora fa retromarcia

ORISTANO. Clamoroso e inaspettato dietro-front da parte della Assl sulle limitazioni riguardanti gli accessi agli esterni ai laboratori analisi degli ospedali del territorio. Dopo le polemiche e le...

ORISTANO. Clamoroso e inaspettato dietro-front da parte della Assl sulle limitazioni riguardanti gli accessi agli esterni ai laboratori analisi degli ospedali del territorio. Dopo le polemiche e le critiche alla direzione della Assl, arrivate dalle organizzazioni di categoria dei lavoratori, la stessa direzione aziendale ha deciso di fare retromarcia e lasciare inalterate le disposizioni sugli accessi che dovevano cambiare da oggi. Il motivo ufficiale è l’aumento di personale di laboratorio che nel giro di pochi giorni ha risolto un problema evidentemente non affrontabile sino alla scorsa settimana.

In una nota il direttore dell’Ats-Assl Oristano Mariano Meloni, spiega che, in accordo con il direttore del Laboratorio Analisi Roberto Irde, si è disposta la «sospensione del provvedimento con cui era stato previsto a partire il contingentamento delle prestazioni per gli utenti esterni (non ricoverati) nei punti prelievo dei Laboratori Analisi ospedalieri e in quelli territoriali. Ciò è stato reso possibile – continua la nota – grazie all’intervento dei servizi amministrativi dell’Ats che hanno garantito la tempestiva acquisizione del personale necessario alla regolare prosecuzione delle attività: quattro tecnici di laboratorio a tempo indeterminato e uno a tempo determinato, tre dei quali prenderanno servizio nei prossimi giorni. Nessun numero chiuso e nessuna limitazione, dunque, negli accessi ai Laboratorio Analisi di Oristano, Bosa e Ghilarza e nei punti prelievo territoriali di Ales, Cuglieri, Busachi, Laconi, Mogoro, Samugheo, Terralba, Villa Sant'Antonio, né domani, né nei prossimi giorni: i cittadini potranno recarsi agli sportelli, come di consueto, per sottoporsi a prelievi e analisi».

«Restano da superare ancora alcune criticità per quanto riguarda il personale medico, per il quale non esistono graduatorie valide in Sardegna – ha affermato il direttore della Assl oristanese – ma l’incremento di risorse professionali del comparto consentirà di colmare, almeno in parte, le carenze di organico, per cui, al fine di non creare disagi agli utenti del servizio, non verrà effettuata alcuna limitazione degli accessi
nei punti prelievo ospedalieri e territoriali dei Laboratori Analisi». Probabilmente ad accelerare le decisioni dell’Ats anche le denunce del sindacato, pronto a inviare comunicazioni tutta la documentazione alla Procura della Repubblica ipotizzando l’interruzione di pubblico servizio.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community