Cabras, giovane immigrato restituisce un portafoglio e se ne va

Protagonista un giovane senegalese che non ha voluto neppure un ringraziamento

CABRAS. Ha trovato un portafogli con dentro denaro, documenti e persino la tessera bancomat e le carte di credito e lo ha consegnato ai carabinieri affinché lo restituissero al legittimo proprietario. Fin qua una vicenda come tante, con da una parte una persona sicuramente preoccupata per quel portafogli con dentro tutti i documenti, compresa la patente di guida, (che, se non fosse stato trovato, avrebbe dovuto rifare, con tutti i fastidi che la cosa comporta) e dall’altro, una persona onesta che non ha esitato a cercare di rintracciare il legittimo proprietario per poterglielo far avere indietro.

Quando però i militari gli hanno chiesto se volesse incontrare il proprietario del portafogli, e ricevere, come di norma avviene, un ringraziamento, lui, mostrando un grande senso di responsabilità e soprattutto, fortissima dignità, ha detto di no, fra lo stupore dei carabinieri. Protagonista della vicenda è un senegalese di 26 anni, residente nella cittadina lagunare.

Probabilmente il giovane senegalese ha considerato il suo un atto dovuto, un gesto di onestà

neppure da pubblicizzare, tanto da chiedere di non voler rivelare il suo nome al proprietario del portafogli smarrito. Una storia, questa, che fa riflettere. Soprattutto in tempi come questi, dove, la nobiltà d’animo è un valore che raramente viene manifestato. (m.c.)
 

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community