Dall’aperitivo al dolce è protagonista a tavola

Il tour del gusto per farne conoscere il sapore, ma non è utile solo per l’alimentazione

SIAMAGGIORE. Dall’antipasto al dessert, gli impieghi della spirulina in cucina sono tantissimi. La conferma è arrivata con la degustazione di alcuni piatti della tradizione sarda proposta al ristorante Da Renzo. I commensali hanno gradito le proposte dello chef, a partire dal pane di semola, con l’aggiunta di alghe. La spirulina è stata proposta anche fra gli ingredienti di sformati di cavolfiore abbinati a una ratatuoille di cuori di carciofo, asparagi selvatici e bastoncini di carote, ma anche nella rivisitazione di una delle paste più tradizionali sarde: sa fregula con la spirulina addirittura miscelata alla semola. La preziosa alga è stata servita anche nella panatura di filetti di orata e nella crema di un dessert bicolore, guarnito di scaglie di croccante, anche questo con le alghe.

Certamente il menù non aveva nulla a che fare con l’alimentazione vegana e vegetariana dove la spirulina è da tempo molto utilizzata sia per l’alto contenuto di proteine, di ferro e vitamine fra cui la B12. Tantissime proprietà da aver indotto la Fao, fin dal 2008, ad indicarla come alimento del futuro. Eppure non è certo l’alimentazione l’unico utilizzo umano della microalga,
che rientra sempre più spesso negli integratori utilizzati in caso di anemie o per contrastare l’abbassamento delle difese immunitarie. Anche le beauty farm e le spa ricorrono sempre più di frequente alla spirulina come componente di prodotti per la cosmesi e la bellezza. (m.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community