le caratteristiche 

Una serie di procedimenti che rispettano anche l’ambiente

MILIS. Sono basati su un modello di verticalizzazione del processo produttivo gli impianti sorti in Sardegna, dove non solo la spirulina si coltiva, ma viene trasformata in prodotto finito attraverso...

MILIS. Sono basati su un modello di verticalizzazione del processo produttivo gli impianti sorti in Sardegna, dove non solo la spirulina si coltiva, ma viene trasformata in prodotto finito attraverso un complesso sistema di essiccazione. Una delle caratteristiche più interessanti della spirulina italiana – il maggior produttore mondiale è il Giappone, seguito da Cina e India – è la maggior resa qualitativa determinata dall’artigianalità delle produzioni e da nessun impiego di additivo.

Le coltivazioni della microalga, come è stato spiegato ieri mattina, danno anche una mano alla difesa dell’ambiente. Oltre ad essere particolarmente indicate nelle colture all’interno delle serre fotovoltaiche, possono infatti utilizzare come
nutriente il digestato proveniente dagli allevamenti zootecnici, permettendo di limitare la dispersione nell’ambiente e nei campi dei reflui e di utilizzare le alghe come bio-fertilizzante. I sottoprodotti delle microalghe, infine, vengono utilizzati come bio-insetticidi. (m.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller