Oristano, bottiglia incendiaria contro l'auto di una giornalista

Grave episodio nel cuore della notte, la vettura è andata completamente distrutta. Alla professionista la solidarietà dei colleghi

ORISTANO. Grave gesto a Oristano ai danni di Valeria Pinna giornalista del quotidiano L'Unione Sarda. Una bottiglia incendiaria è stata lanciata nella notte contro la sua auto, parcheggiata sotto casa.

E' stata la stessa giornalista a chiamare i vigili del fuoco: la sua casa è al piano terra e lei si è potuta accorgere del fuoco che avvolgeva la sua auto. Sembrerebbe confermato che l'incendio sia stato innescato in più punti, l'auto è andata completamente distrutta.

Valeria Pinna segue per la redazione di Oristano del quotidiano di Cagliari le vicende politiche e la cronaca del territorio.

Diversi i messaggi di solidarietà a Pinna che sono stati diffusi sui social network.

Solidarietà alla giornalista anche dagli organismi della categoria: Federazione nazionale della Stampa, Ordine dei giornalisti, Associazione della Stampa Sarda. Il comunicato: "I delinquenti che nella notte hanno incendiato l’auto della giornalista Valeria Pinna hanno aggiunto una pagina vigliacca alla lunga storia di aggressioni e tentativi di intimidazione contro i giornalisti che il nostro Paese sta vivendo. Sono gesti osceni quanto inutili: gli attentatori non si illudano di cancellare con qualche euro di benzina la libertà di informazione. L’Ordine nazionale dei giornalisti, la Federazione nazionale della Stampa italiana, l’Ordine dei giornalisti della Sardegna e l’Assostampa sarda chiedono agli inquirenti di fare tutto il possibile per inchiodare rapidamente alle loro responsabilità gli autori del gesto: i rappresentanti dei lavoratori dell’informazione attendono con impazienza di conoscerli in tribunale, dove intendono costituirsi parte civile. A Valeria Pinna l’abbraccio affettuoso e solidale di tutti i giornalisti. Il suo lavoro quotidiano è il lavoro di tutti noi".

Un messaggio dal comitato di redazione della Nuova Sardegna, «a nome di tutti i colleghi», esprime «vicinanza e affettuosa solidarietà» alla giornalista Valeria Pinna, «nei cui confronti è stato compiuto un attentato vigliacco». «Non è certamente con questi sistemi che si riuscirà a intimidire una collega seria e preparata e a far tacere i giornalisti che - prosegue il Cdr - respingono azioni vili e criminali, sulle quali si spera venga fatta chiarezza al più presto nelle sedi opportune».

Un messaggio anche da Giulia giornaliste con la sua presidente, Marina Cosi: "Contro Valeria Pinna, cronista brava e tenace dell'Unione sarda, fra le prime iscritte a Giulia, è stata lanciata nella notte una violenta intimidazione, incendiandole

simbolicamente l'auto. Perché, semplicemente, faceva e fa il suo mestiere sino in fondo. L'associazione Giulia le è orgogliosamente accanto, come già da anni resta vicina alle decine e decine di colleghe aggredite sul lavoro, da Ester Castano a Federica Angeli a Marilù Mastrogiovanni..."

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community