Il riso dell’Oristanese è un piatto da Formula 1

L’azienda Passiu partecipa a una degustazione nel corso del GP di Montmelò in Spagna. In tavola 2 pietanze da far assaggiare a una settantina di giornalisti internazionali

ORISTANO. Parlerà anche un po' sardo il gran premio di Formula 1 di Spagna. Prodotti e professionalità oristanesi dell’azienda Riso Passiu andranno a comporre il menù proposto nel giorno delle prove libere nel circuito di Montmelò a una settantina di giornalisti internazionali che seguiranno l’evento motoristico. La gara sarà domenica pomeriggio, ma la bandiera a scacchi bianca e nera, simbolo di vittoria al taglio del traguardo, sta già sventolando per l’azienda guidata da Genesio Passiu insieme ai figli Felice e Andrea. Grazie all’invito dello chef Vincenzo Santangelo, rinomato perché delizia da anni i palati della Formula 1 e della Moto Gp, con il supporto dello chef sardo Leonardo Marongiu del ristorante Hub di Macomer, e del team Ji catering dello stesso Santangelo, la Riso Passiu sarà presente durante le quattro giornate del gran premio e protagonista di una degustazione a base di riso organizzata per i giornalisti internazionali al seguito della manifestazione.

In prima fila nel menù preparato per l’occasione saranno il riso carnaroli classico e il riso gioiello, attraverso due piatti pensati dallo chef Leonardo Marongiu per esaltare al meglio le caratteristiche e il gusto dei prodotti. Il primo è ispirato a un piatto di Gualtiero Marchesi e sarà in rosso, preparato con barbabietola rossa, salsa di vermentino e pecorino romano. L’altra portata cucinata per l’occasione, vedrà su una base di riso gioiello l’incontro con il gusto e la consistenza di carote, broccoli, uovo e bottarga.

Un menù che racconta come il gran premio spagnolo non sarà semplicemente un’occasione di presentazione del riso oristanese. Grazie alla composizione delle ricette, la tavola imbandita a Montmelò sarà una vetrina importante anche per altri prodotti locali come il vermentino e la bottarga. L’avventura nella penisola iberica dell’azienda Passiu è iniziata questa mattina con il decollo in direzione Barcellona di Felice Passiu, figlio maggiore e responsabile commerciale e marketing dell’azienda. «È un viaggio che rappresenta di per sé una vittoria, con la possibilità di far conoscere e degustare i propri prodotti a livello internazionale, ma che prima di tutto deve essere visto come un onore
e un punto di partenza – sottolinea Felice Passiu –. Siamo molto felici e onorati dell’invito di Vincenzo Santangelo. È un’occasione unica e sarà un palcoscenico importante dove far gustare le nostre eccellenze e portare un pezzo di Sardegna in un contesto di rilevanza internazionale».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community