Consiglio comunale: attività al rallentatore

Nei primi mesi dell’anno le sedute si sono dimezzate rispetto al precedente L’assemblea civica si è riunita solamente sei volte. Poche le iniziative della giunta

ORISTANO. Lavoro dimezzato per il consiglio comunale: dall’inizio dell’anno ci sono state solo sei sedute consiliari. Dietro le quinte, in realtà, il lavoro non manca: basti pensare che nelle ultime settimane si sono formati due nuovi gruppi consiliari, quello del Partito Sardo d’Azione in maggioranza e La Civica Oristano, gruppo che chiede l’ingresso in maggioranza, ma che per ora resta alla porta in attesa delle decisioni su un eventuale rimpasto in giunta.

L’attività amministrativa ha però rallentato parecchio. Nel 2016 con la giunta Tendas ancora in carica tra gennaio e la prima metà di maggio, i giorni di seduta erano stati 14; nel 2017, con l’attività consiliare che si era fermata ad aprile a causa delle elezioni, erano stati 10; nel 2018, con Andrea Lutzu già sindaco, erano stati 12. Quest’anno si è arrivati ad appena 6 giorni.

Poche anche le iniziative della giunta: gli ordini del giorno sono stati composti quasi interamente da interpellanze, interrogazioni e mozioni dei consiglieri. Il 29 gennaio la giunta ha messo sul tavolo l’accordo di riqualificazione dell’area di piazza Mariano e via Solferino, mentre il 26 marzo era stata presentata la delibera sul progetto edilizio della Kampas a San Nicola, che però fu ritirata e non venne discussa. Per il resto le iniziative della giunta si limitano alla concessione della cittadinanza onoraria al pubblicitario Gavino Sanna, all’adozione della tassa di soggiorno, alle variazioni sulle imposte comunali e, ma questo è un atto dovuto, alla presentazione del bilancio di programmazione.

L’ultima seduta è stata un mese fa, il 17 aprile, e solo lunedì è in programma la nuova conferenza dei capigruppo che dovrebbe stabilire la data della prossima riunione di Consiglio: per il momento si sa solo che all'ordine del giorno ci sarà la discussione su una lottizzazione a Sa Rodia. Per il resto è difficile fare previsioni, anche perché le convocazioni delle commissioni sono abbastanza rallentate e dall’opposizione filtra parecchio malumore. Il presidente del Consiglio, Antonio Franceschi, non nega il rallentamento, ma rassicura: «Nella mia esperienza ho imparato che i primi mesi di ogni anno, finché non viene approvato il bilancio, i lavori rallentano». Il bilancio
è stato approvato proprio nell’ultima seduta del 17 aprile: «Fino ad allora l’attività di uffici e assessori è limitata, ma sono sicuro che nei prossimi mesi arriverà molto più materiale. Da giugno in poi, se necessario, faremo anche un consiglio a settimana per poter lavorare meglio».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller