Su Dominariu, stop dai pipistrelli

Fermo il progetto di recupero da 2,8 milioni: parte dell’edificio colonizzata dagli animali protetti

LACONI. Leonardo da Vinci si era ispirato alla struttura alare dei pipistrelli per progettare la macchina volante. Nonostante qualche pregiudizio, da allora questi straordinari mammiferi sono considerati ispiratori di progetti innovativi. Come innovativo è Su Dominariu 2.0, un progetto di recupero e riqualificazione della struttura omonima nella borgata di Santa Sofia, dove, in alcuni ambienti di questo grande complesso abbandonato, hanno preso residenza degli inquilini speciali: una colonia che conta centinaia di pipistrelli.

Nel 2015 il Comune ha ottenuto, per il recupero della struttura, un finanziamento regionale di due milioni e 800mila euro e ha sottoscritto con la Regione il contratto di comodato d’uso gratuito dell’immobile per la durata di 25 anni. L’intento del progetto dell’amministrazione guidata dal sindaco Anna Paola Zaccheddu è quello di restituire alla comunità un complesso di importante valenza storica, perché fino a metà del secolo scorso, qui venivano allevati cavalli destinati alla cavalleria regia, e al contempo dar vita a “una struttura multifunzionale, con aree standard destinate a centro di promozione delle produzioni locali e zonali e altre destinate all’accoglienza di soggetti a rischio emarginazione”. Un progetto importante sotto il profilo economico e sociale che, però, non può decollare se prima non si trova la giusta soluzione per salvaguardare i pipistrelli, specie tutelata dalla legge.

A segnalare la presenza dei chirotteri a Su Dominariu, nello specifico “una importante colonia riproduttiva di pipistrelli costituita da alcune centinaia di esemplari della specie Rinolfo maggiore a cui si aggregano anche Myotis emarginatus”, sono stati il presidente della Federazione speleologica sarda, il coordinatore della Commissione biospeleologica e il presidente del Cepisa, Centro pipistrelli Sardegna. In particolare quella che ha trovato rifugio nelle stanze della ex colonia estiva per le scuole «è una delle maggiori colonie di pipistrelli esistenti in Sardegna, riferite a queste specie, e l’unica in tutta l’area del Sarcidano». Il Comune ha affidato a un esperto un’ indagine chirotterologica per individuare la corretta modalità di ristrutturazione degli edifici di Su Dominariu. L’indagine dovrà stabilire «l’esatto utilizzo dell’edificio da parte dei pipistrelli, valutare il grado di minaccia e proporre le misure più idonee per assicurare la loro tutela». Al di là delle false credenze, i
pipistrelli sono fondamentali per l’ecosistema. Questi mammiferi volanti, infatti, svolgono la funzione di insetticida naturale, in quanto si cibano di insetti dannosi per la salute dell’uomo e per l’agricoltura e la loro presenza è sicuramente indice di una buona qualità del territorio.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community