pau 

Dalle tessitrici il sapere delle mani

Stasera inaugurazione della mostra al museo dell’ossidiana

PAU. Si propone come il racconto della creatività e della sapienza delle tessitrici sarde, “Fili di Marmilla- Il sapere delle mani”, la mostra che sabato pomeriggio sarà inaugurata al museo dell’ossidiana. L’appuntamento è per le 19, quando, inizierà il racconto visivo e non solo, di una delle arti più antiche e belle della tradizione sarda: la tessitura. Nei saloni espositivi del museo, fra le teche che espongono preziosi minerali e reperti archeologici che raccontano la storia dell’ossidiana nera, minerale fra i più rari al mondo, troveranno spazio i preziosissimi tessuti che ancora oggi, come un tempo, le tessitrici della cooperativa “Tessitrici su Trobaxiu”, partner dell’iniziativa, realizzano con sapienza e maestria. «Un racconto delicato e suggestivo», scrivono in una nota gli organizzatori della mostra che sabato, non si limiterà ad una inaugurazione, per così dire, formale. Il museo, grazia alla collaborazione dell’Associazione Menabò, gestore del museo, Lasp (Laboratorio di Antichità Sarde e Paletnologia dell' Università di Cagliari e l'Associazione di promozione sociale Inmediazione e Manlius, Artista Archeosperimentale. si trasformerà in un vero e proprio palcoscenico. Ospiti eccezionali della serata saranno infatti le danze delle
donne del gruppo di ballo “Feminas de Marmilla”. Al tramonto, la festa si trasferirà sulla terrazza del Museo, dove, come è ormai di tradizione in queste occasioni, sarà offerto un aperitivo.

La mostra “Il Sapere delle Mani” potrà essere visitata fino al 23 giugno. (m.c.)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro